n. 4   ottobre - dicembre 2004
.


Celebrazioni nel mondo
Il 150° anniversario dell’Istituto delle Suore di S. Maria del Monte Carmelo

Le Suore di S. Maria del Monte Carmelo stanno celebrando il 150° anniversario di fondazione el fondamento dell’Istituto con le varie Celebrazioni lì dove ci sono case. È una Congregazione contemplativa e apostolica fondata a Firenze, Italia, il 15 ottobre 1854 da madre Maria Teresa Scrilli.

Oggi l’opera della madre Scrilli continua in Italia, negli Stati Uniti d’America, nel Canada, in India, in Polonia, nelle Filippine, nella Repubblica Ceca e in Brasile.

Le celebrazioni in Italia sono iniziate il 5 settembre a Montevarchi (Arezzo) con la Celebrazione Eucaristica del Vescovo emerito di Grosseto, mons. Giacomo Babini. Il 15 ottobre è stata celebrata l’Eucaristia in una Parrocchia romana dal Vescovo Carmelitano Lucio Renna, Vescovo di Avezzano, giorno in cui le prime quattro Suore indossarono l’abito. Celebrazioni a Firenze hanno avuto luogo dal 21 al 23 ottobre a partire dall’Eucaristia nella Basilica di Santa Maria del Carmine.

Una Messa bilingue di ringraziamento è stata celebrata il 17 ottobre in una Parrocchia di Toronto, Canada. La fondazione canadese iniziò nel 1949 a Niagara Falls, Canada. Da ventitre anni l’Istituto lavora nell’arcidiocesi di Toronto, servendo la comunità con Centri di Cura, lavoro in Parrocchia ed educazione.

Nel 1975 la comunità italiana a Toronto ha organizzato un servizio per i propri anziani: villa Columbo. Le Suore sono state invitate a offrire la loro assistenza ai residenti per far loro vivere un clima di famiglia, una cura amorevole e calda. E oggi possiamo dire che essi ricevono assistenza nelle loro necessità umane: sanitarie, spirituali e fondamentali.

Le sorelle inoltre prestano servizio nelle Parrocchie vicine con il ministero liturgico come lettrici, ministri straordinari dell’Eucaristia e guide del canto. Provvedono anche alla formazione religiosa dei giovani. Il loro ministero include visite domiciliari con la recita del rosario nelle famiglie e condividendo la Parola di Dio attraverso lo studio della Scrittura.

In armonia con il carisma educativo dell’Ordine nel 1981 l’Istituto ha istituito un Centro di Cura non a scopo di lucro in Via Jane a Toronto. Nel 1994 le Suore sono state invitate dalla Comunità di Maple ad aprire una Casa di Cura e un centro di ritrovo comunale in quest’area in rapida espansione.

L’opera principale nel mondo è quella educativa, ma le Suore fanno assistenza negli ospedali e nelle case per anziani.

 

La benedizione della statua del B. Hilary Januszewski, O. Carm.

Il 2 Settembre 2004 i membri della Provincia Polacca si sono ritrovati nel cortile del monastero di Cracovia per benedire la statua del vecchio priore della casa, il B. Hilary Januszewski. Arrestato e poi ucciso nel campo di concentramento a Dachau, Germania, con molti altri Carmelitani tra cui il B. Tito Brandsma. Hilary si è offerto volontario per stare nella malfamata "capanna 25" che alloggiava i prigionieri colpiti dalla febbre di tifo. È morto dopo ventuno giorni, pochi giorni prima che il campo fosse liberto dalle truppe americane. (CITOC foto)

 

 

Lo Zimbabwe elabora un programma di dieci anni per una larga consultazione che coinvolga un progetto per il futuro

Per gli ultimi anni il Commissariato Provinciale dello Zimbabwe sta sviluppando un programma di strategie per i prossimi dieci anni del Commissariato. Poiché parecchie Province stanno intraprendendo un processo simile, CITOC è felice di pubblicare qui un sommario del processo che ha fatto partecipare i membri sia del Commissariato che della Provincia. Una relazione più dettagliata del processo si trova sul sito web del CITOC in inglese a: carmelites.info/citoc.

Nella lettera del mese di dicembre 2002 il Priore Provinciale, Fintan Burke, scrive: "Dovrebbe iniziare il dialogo fra i Consigli della Provincia e del Commissariato sullo sviluppo del Commissariato nel futuro immediato e a medio termine". La stessa lettera ha dichiarato che "i membri del Commissariato iniziano un dialogo su una strategia per lo sviluppo del Commissariato nel corso dei dieci anni futuri alla voce di: Formazione, Persone, Apostolato e Economia".

La responsabilità del ministero della formazione iniziale e vocazionale deve passare per le mani dei Carmelitani dello Zimbabwe. È necessario accertarsi che siano trasmessi ai nuovi candidati lo stile di vita e i valori dell’Ordine. Si è avviato uno studio sulla possibilità di realizzare un collegio. Il Commissariato dello Zimbabwe ha bisogno di basare la sua vita sul carisma carmelitano e sulla vita della Chiesa nella propria realtà locale.

Il Provinciale Irlandese ed i membri del Consiglio Provinciale, giunti nello Zimbabwe durante il mese di gennaio 2003, si sono incontrati con i membri del Commissariato per riflettere, discutere, condividere le proprie opinioni e speranze sul Commissariato dello Zimbabwe.

Un secondo incontro del Provinciale, del suo Consiglio con i membri del Commissariato nel febbraio 2004 ha messo in luce la realtà attuale: è arrivato il momento chiave per lo sviluppo dell’Ordine nello Zimbabwe. Ora è tempo di consolidamento e di progettazione perché si rafforzi la presenza dei Carmelitani e la loro missione nella Chiesa locale.

Durante le deliberazioni dell’Incontro Annuale Generale 2004 (AMG) e dopo molta riflessione e condivisione, è stato chiesto ai membri: "Dove ci piacerebbe che si centrassero le nostre comunità, le nostre risorse ed energie su (a) adesso e (b) in cinque sette anni?" Ai membri presenti è stato chiesto di stabilire le priorità dei prossimi sette anni e sono emerse come priorità:

· Il ministero delle vocazioni, della formazione iniziale e permanente ha continua ad essere la priorità numero uno
· La comunità, condividendo il ministero e una strategia per il ministero
· La spiritualità carmelitana
· L’apostolato scolastico

Subito dopo l’Incontro Annuale Generale (AMG) 2004, il Provinciale, i membri del Consiglio Provinciale e i membri del Consiglio del Commissariato hanno riflettuto sulle priorità suddette e nella discussione sono state individuate le eventuali implicazioni, raccolte poi nel Documento "Monte Carmelo".

Ai membri del Commissariato è stato chiesto di rispondere al Documento "Monte Carmelo" nel corso di una riunione generale straordinaria tenuta a Mutare dal 15 al 16 aprile 2004. È emerso durante l’incontro un Agreed Policy Statement. Questo trovarsi a una svolta decisiva per lo sviluppo del Commissariato chiede una risposta unificata per come muoversi in futuro. La "Policy Statement" offre una direzione chiara al Commissariato per i prossimi cinque anni: è stato davvero un evento storico in quanto ha visto la partecipazione di tutti i membri del Commissariato, compresi quelli della formazione iniziale.

Congresso dell’Istituto Carmelitano a Chicago
21-24 luglio 2004

L’Istituto Carmelitano (IC) che ha il suo ufficio a Washington, DC, è stato fondato nel 1993 dai cinque Provinciali Carmelitani e Carmelitani Scalzi degli Stati Uniti e del Canada, con l’incoraggiamento dei Generali dei due Ordini. Risponde alle esigenze dell’intera Famiglia Carmelitana OCarm e OCD, frati, monache, religiosi affiliati e laici come anche tutti coloro che sono interessati allo studio e alla pratica di una spiritualità più profonda.

L’IC ultimamente ha ospitato un importante Congresso su: "Il Carmelo come segno di speranza e di guarigione nel nostro mondo travagliato" dal 21 al 25 luglio 2004 alla Casa Hilton di Palmer nel centro di Chicago del centro. Oltre duecento i partecipanti. I relatori hanno riflettuto sugli scritti e le risorse del nostro tempo che la nostra grande tradizione spirituale offrono alle sfide che incontrano.

Questi gli interventi:

- Fr Joseph Chalmers, O.Carm. (Priore Generale dell’Ordine Carmelitano): "Il Carmelo e la speranza: guarigione interiore ai nostri travagli"

- Luis Aróstegui Gamboa, OCD (Padre Generale dell’Ordine Carmelitano Scalzo):"Risorse spirituali e concrete per sanare lo sviluppo del mondo"

- Mons. Jean Sleiman, OCD (Vescovo latino di Bagdad): "Profezia e kenosis: Il significato della presenza cristiana di oggi in Medio Oriente"

- Mons. Anders Arborelius, OCD (Vescovo di Stoccolma): "La Chiesa nella tradizione carmelitana: segno di speranza e di risanamento nel nostro mondo individualistico"

- Dianne Bergant, CSA (Professore degli studi dell’Antico Testamento, Unione Teologica Cattolica, Chicago): "Rendi ragione della speranza che è in te" (1 Pt 3,15)

- Daniel Chowning, OCD (Superiore del Centro Studi Edith Stein): "La persona umana intera: la guarigione secondo Giovanni della Croce"

- Quinn Conners, O.Carm. (Laureato in Psicologia Clinica e membro dello staff dell’ Istituto San Luca, Washington, DC): "Oscurità nella Chiesa: la risposta carmelitana (alla crisi dell’abuso sessuale)"

Il programma includeva anche una presentazione su "Il Carmelo come comunità globale di preghiera e di servizio" attraverso dei pannelli carmelitani provenienti da tutto il mondo, come anche un recital di James Boyce, O.Carm., Professore Assistente di Musica all’Università di Fordham a New York. Il Congresso ha avuto una grande attenzione da parte dei media degli Stati Uniti, specialmente per la presenza dell’Arcivescovo di Bagdad, Jean Sleiman, che ha occupato numerose televisioni, radio, e articoli giornalistici. Il Card. Francis George cardinale, Arcivescovo di Chicago, inoltre è venuto a salutare i partecipanti e ad introdurre Mons. Sleiman.

A conclusione del Congresso, i due Generali (e Joseph Chalmers, O.Carm. e Luis Aróstegui Gamboa, OCD) hanno firmato un documento a nome dei partecipanti al Congresso da portare all’approvazione delle otto Nazioni Unite: "Obiettivi dello Sviluppo del Millennio", documento presentato poi alle Nazioni Unite dai nostri rappresentanti carmelitani, O.Carm. e OCD, il 9 settembre 2004.

L’Istituto Carmelitano spera di rendere disponibili gli atti del Congresso in videocassetta, in audiocassetta e stampa.

Per ulteriori informazioni, si può visitare il sito web dell’IC: www.carmeliteinstitute.org o mettersi in contatto con:

Carmelite Institute
1600 Webster Street, NE
Washington, DC 20017
mail@carmeliteinstitute.org


Viaggio in Camerun

Il Priore Provinciale della Provincia di Germania Inferiore, Pankraz Ribbert, riceve la Professione Temporanea di cinque novizi nella Parrocchia di Efoulan durante una visita alla missione della Provincia (foto cortesemente concessa dalla Provincia di Germania Inferiore)

Pancraz Ribbert, il Priore Provinciale di Germania Inferiore e Matthias Brenken, O. Carm., sono stati ospiti nella comunità di Efoulan in Camerun dal 2 al 9 novembre 2004. Hanno parlato della povertà incontrata dappertutto e del forte impegno dei nostri confratelli di mantenersi autonomamente, coltivando mais, pomodori, patate e verdure come anche di un allevamento di galline e in futuro di maiali.

Il 3 settembre sono andati a visitare la nuova Casa di Formazione, situato su una collina fuori dal centro di Yaoundé. La costruzione si trova a buon punto, anche se non sarà ultimata nei tempi previsti; è stato comunque assicurato che per Natale gli studenti potranno trasferirsi nella nuova Casa. L’edificio sarà molto bello con una cappella spaziosa, diverse sale comuni e trenta stanze a disposizione.

Sono poi andati dalle Lavoratrici Missionarie "Donum Dei" a Mbalmayo, grazie alle quali molti dei nostri padri hanno fatto i primi passi nel nostro Ordine. La sera del 3 settembre hanno assistito all’accoglienza nel noviziato di quattro giovani.

Sabato 5 settembre sono stati presenti alla celebrazione della Professione Temporanea di cinque novizi nella parrocchia di Efoulan. Il giorno dopo sono stati invitati a presenziare la consacrazione della nuova Parrocchia Koumou nella diocesi di Yaoundé a S. Maria del Monte Carmelo.

Nei altri giorni del viaggio hanno dedicato il loro tempo a colloqui con il Vicario Generale della diocesi di Yaoundé, alcuni confratelli professi solenni, come anche con i responsabili della costruzione della Casa di Formazione.


Convegno sulla Parrocchia e il Carisma del Carmelo - All’inizio di settembre, circa trenta Carmelitani di ventidue Province e Commissariati hanno partecipato ad un Congresso sulla Parrocchia e il Carisma del Carmelo al Centro Carmelitano per i Convegni a Sassone, Italia. (Foto di Samuel Citero, O. Carm.)


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC  |  TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info