n. 4   ottobre - dicembre 2003
.


Seminario dei Carmelitani in Australia sulla Regola del Carmelo

La Casa per Ritiri "Monte Carmelo", Varroville, NSA (Australia) ha accolto i Carmelitani O. Carm. e OCD dal 7 al 15 luglio. L’incontro faceva parte del seminario e lavori sulla Regola del Carmelo con la condivisione di altri Ordini.

Fr Greg Burke, carmelitano scalzo, e il direttore delal comunità di Varroville, ha detto che le differenti tradizioni hanno qualche volta ben sottolineato i fraintendimenti e le divisioni: "È meraviglioso vedere lo spirito della gioia e della pace che ci unisce tutti (in questo incontro)".

I Carmelitani Paul Chandler di Melbourne (Australia) e Patrick McMahon di Washington (USA) e il Preside dell’Institutum Carmelitanum di Roma, hanno guidato i partecipanti in una esplorazione del significato spirituale e storico della Regola.

L’incontro è stato seguito da un ritiro sulla Regola per i laici carmelitani e i membri dell’Ordine secolare. Fr Greg ha concluso dicendo che sarà il primo di molti incontri e congressi per religiosi e laici carmelitani orientati a incrementare lo sviluppo dell’unità attraverso l’amicizia e la collaborazione.


Incontro di Studenti in Spagna

Dal 23 al 25 settembre a Salamanca (Prov. Castiglia) c’è stato l’ «Incontro dei giovani studenti carmelitani della Regione Iberica » Tema di riflessione: "Il profetismo".

Presenti ventisette religiosi e religiose delle Province di Spagna, il Commissariato Generale del Portogallo, la Provincia Italiana, la Delegazione Generale di Francia e la Provincia di Germania Superiore. Nello stesso tempo i Formatori della Regione Iberica si sono riuniti per presentare i rispettivi progetti formativi.

Nella riflessione sono stati accompagnati dal P. Salvador Villota Herrero

(Arag), dal P. David Oiver Felipo (Arag) e da SR Magdalena Sánchez (HCSCJ).

Il gruppo ha fatto visita ad Alba de Tormes e ha celebrato una Lectio Divina con le monache di clausura di Piedrahita (Ávila).


Gli studenti del Nord Europa si incontrano a Boxmeer

Un incontro dei Professi temporanei della Regione Nord Europa ha avuto luogo a Boxmeer, Olanda, dal 21 al 25 luglio 2003.

L’incontro è stato favorito da Falco Thuis, O. Carm. Ci si aspettava che partecipassero venti studenti in tutto.

Secondo Thomas Feiten, O.Carm., studente della Provincia di Germania superiore, è provato che questa sia una buona esperienza sotto molti aspetti: "Da un lato, è stato un arricchimento dopo quattro anni di vita nell’Ordine. È stato bello riflettere sull’esperienza del vivere i voti con altri della formazione iniziale".

Uno dei fini dell’avere programmi di formazione a livello regionale è fare in modo che gli studenti siano aperti alla internazionalità dell’Ordine. "L’incontro di Boxmeer è stato molto interessante perché abbiamo condiviso le nostre esperienze con Carmelitani di altre culture e alter esperienze di Chiesa. Questo mi ha permesso di conoscere altri giovani carmelitani e di passare del tempo con loro" ha detto Thomas.

Questo è il primo incontro dei Professi temporanei della regione. Era stato proposto nell’ultimo settembre a Munster, Germania, durante l’incontro annuale dei Formatori del Nord Europa.


Prima Assemblea dei Formatori del Brasile

Dal 7 al 12 luglio si è avuta la prima Assemblea dei Formatori carmelitani del Brasile con la partecipazione dei fratelli di Argentina e Venezuela nel Convento di San Paolo.

Il tema trattato: "Quello che vogliamo essere: fraternità oranti e profetiche in mezzo al popolo". Era presente Carlos Mesters, Consigliere Generale dell’America latina, giunto con venti Formatori. Il metodo: vedere, giudicare e attuare, proprio della Chiesa latino americana, ha permesso di cercare la realtà dei processi formativi che si sono sviluppati in America Latina.

La fase della "Decisione" ha incluso la presenza di P. Edenio Do Valle, religioso della Congregazione del Verbo Divino, che ha apportato alcune riflessioni psicosociali da tenere in considerazione durante il processo di formazione.

È stato un incontro molto arricchente perché si è avuta l’opportunità di condividere i sogni, le sfide e i mezzi che i Formatore ogni giorno deve affrontare nel suo arduo compito con i giovani formandi. Allo stesso modo la partecipazione dei frati di Argentina e Venezuela ha consentito di avere una visione globale della situazione nel processo di formazione dell’America Latina.


Congresso Internazionale per i Formatori Carmelitani 8-11 luglio 2003

Circa quarantacinque Carmelitani, impegnati nel servizio della Formazione carmelitana, si sono incontrati a Aylesford Priory per quattro giorni al fine di preparare dei programmi intensi di esplorazione sulla situazione attuale e le sfide della formazione nell’Ordine.

Il Congresso ha previsto un forum per responsabili vocazionali e responsabili della formazione iniziale per esplorare il tema della formazione alla vita comunitaria. Sono stati aiutati in questo da esperti relatori che hanno presentato gli attuali approcci alla spiritualità e allo sviluppo umano. Carmelitani competenti in materia provenienti dalle varie parti del mondo hanno preso parte al Congresso per condividere le ricchezza della loro esperienza e apprendimento.

Con l’aiuto di Teresa Clements, DMJ, il programma è stato sviluppato da Alexander Vella, O.Carm. (Mel), Kristian Körner, O.Carm. (GerS) e Charlò Camilleri, O.Carm. (Mel). Tra i relatori: Kees Waaijman, O.Carm. considerato da tutti esperto della Regola Carmelitana dall’Istituto Titus Brandsma di Nijmegan, Olanda; Quinn Connors, O.Carm., psicoterapista dell’Istituto S. Luca di Washington DC, che ha guidato la riflessione su: "Formare alla Castità nella vita comunitaria"; Alexander Vella, O.Carm., Priore Provinciale di Malta e capo redattore del documento sulla Formazione nell’Ordine: Ratio Institutionis Vitae Carmelitanae; Simone Gamberoni, responsabile della comunità in formazione di San Martino, Roma, che ha esposto: "La comunità come luogo di crescita"; Tjeu Timmermans, O.Carm., Priore Provinciale della Germania che ha fatto la sua relazione su: "Una comunità in missione" e Desiderio Garcia Martinez, O.Carm. di Spagna che ha invitato a riflettere: ‘Il ruolo della comunità nel processo di trasformazione’.

Nella condivisione si è percepito un grande senso di internazionalità e una viva partecipazione di tutte le dimensioni pluriculturali dell’Ordine Carmelitano. I partecipanti hanno con piacere vissuto l’opportunità di visitare Aylesford Priory, molti per la prima volta.

Per ulteriori informazioni: carmelitani.info/formazione


Le reliquie di s. Teresa di Gesù Bambino in Spagna


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC   |   TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info