n. 4   ottobre - dicembre 2003
..


XV CONSIGLIO DELLE PROVINCE - FATIMA, PORTOGALLO -
1-11 settembre 2003

L'INCONTRO OFFRE L'OPPORTUNITÀ PER DISCUTERE LE PIÙ GRANDI QUESTIONI

Fatima offre l'ambiente per giornate di preghiere

Con il reliquiario sullo sfondo non lontano da Nostra Signora, i Priori Provinciali di tutto il mondo e i membri del Consiglio Generale si sono riuniti a Fatima, Portogallo, dal 1 all’11 settembre 2003 per celebrare il XV Consiglio delle Province. Il tema principale dell’incontro è stato: "Il ruolo dell’autorità nella promozione del carisma". Erano previste anche altre due tematiche per la discussione: le risorse economiche dell’Ordine e la cattiva condotta in ambito sessuale.

I partecipanti hanno deciso per l’ospitalità, la durata degli incontri, le sessioni plenarie, le conferenze, le traduzioni e la liturgia. Il 97% ha stimato l’esperienza fatta come "eccellente" e "buona".

Dopo la presentaizone del tema da parte del Priore Generale, è stato dato a ogni Consigliere Generale dieci m inuti per una relazione sulla propria area di lavoro e di responsabilità. Ognuno nel Consiglio delle Province ha ricevuto uno ‘Instrumentum Laboris" con delle piste di riflessione sul soggetto dell’autorità date dai Priori Provinciali. Hanno fatto seguito alcune conferenze. Carlos Mesters, O. Carm., Consigliere Generale per l’America Latina: "La Bibbia e l’autorità"; Carlo Cicconetti, O. Carm., Vice Generale: "Teologia e autorità" e Quinn Conners, O. Carm. (PCM): "Aspetti umani dell’autorità".

Nell’incontro dedicato all’economia dell’Ordine erano presenti il commercialista dell’Ordine e il responsabile di un recente studio di approfondimento sulla Domus Carmelitana di Roma. La conversazione si è soffermata maggiormente sui notevoli debiti per i progetti di ricostruzione realizzati per il CISA nel 2000. In conclusione i Provinciali hanno acconsentito a effettuare un prestito alla Curia per internalizzare il prestito che ora si ha con una banca. Comunque non si è discusso sull’ammontare di valori e percentuali. I membri del Consiglio hanno segnalato alcuni punti possibili a realizzarsi nello studio della Domus.

Tre Carmelitani, Quinn Conners, O. Carm., psicologo che lavora con religiosi e sacerdoti negli USA, Aureliano Pacciolla che lavora come psicologo con i tribunali italiani nell’area degli abusi dei minori e Mark Attard, teologo in morale a Roma, hanno parlato dei vari aspetti della cattiva condotta in ambito sessuale, specialmente di come influisce sulla vittima, sui suoi familiari, su chi lo fa, e sulla Chiesa.

L’incontro ha dato anche l’opportunità alle varie regioni di incontrarsi per discutere. Le regioni mediterranee e del nord Europa hanno avuto un incontro congiunto per valutare la possibilità di collaborazione in iniziative future.

Domenica 7 settembre il gruppo si è spostato a Coimbra dove i membri hanno celebrato la Messa nell’antica Chiesa carmelitana e hanno visitato il primo Studium Generalorum dell’Ordine per poi andare a Batalha, con le due statue del carmelitano Beato Nuno Alvarez, protagonista della guerra portoghese d’indipendenza.

È in preparazione un opuscolo che racchiude i principali documenti del Consiglio delle Province come pure il messaggio finale. Sarà distribuito dalle Edizioni Carmelitane.


Intervista al Priore Generale
L'incidenza del Consiglio della Province nell'Ordine

Quale obiettivo aveva nei suoi desideri Fatima?

È stato veramente il seguito del Capitolo Generale 2001 che trattò il tema: "Carmelo: il viaggio continua." L’oggetto in questione è tradurre nella vita di tutti i giorni questi documenti che abbiamo nei quali in modo avvincente è espresso il carisma dell’Ordine. Il come realizzare questo è legato in qualche modo al ruolo che l’autorità o la leadership gioca nella promozione del carisma.

Lo scorso anno il Corso di Formazione permanente ha guardato al ruolo del priore come capo della comunità. Da quando il Consiglio delle Province ha coinvolto tutti i Priori Provinciali è stato logico concentrarsi sul ruolo del Priore Provinciale come destinatario sui nostri documenti. Ci hanno aiutato a riflettere alcuni Carmelitani competenti in questo campo.

È evidente che ogni autorità, in senso cristiano, è chiamata a seguire l’esempio di Gesù. Quindi, coloro che sono in autorità hanno il sacro dovere di esercitare questa autorità, concessa loro dai fratelli, per portare avanti la Provincia o il Commissariato.

Da quanto ho udito, credo che ogni persona presente al Consiglio delle Province abbia tratto grande beneficio dalla riflessione sulla natura dell’autorità e su come possa essere vissuta al meglio per la promozione del carisma. Il come i superiori maggiori guidino i fratelli ad una maggiore fedeltà alla vocazione che ognuno ha ricevuto da Dio è ciò su cui abbiamo tentato di porre attenzione. Oso sperare che questo diventi ancora più chiaro per tutti quando i Provinciali torneranno nelle loro Province.

Quali altre questioni sono state trattate?

Ogni membro del Consiglio Generale ha fatto una relazione sulla propria area di responsabilità. Sono state poi prese in considerazione le risorse economiche dell’Ordine e il problema davvero ostico della cattiva condotta sessuale.

Di cosa si è discusso sulla cattiva condotta sessuale?

Questa parte dell’incontro è stata condotta da Carmelitani competenti in questo campo. La loro presentazione è da intendere come aiuto ai Provinciali per comprendete un problema tanto delicato che sta affliggendo la Chiesa in molte parti nel mondo. Dal momento che l’Ordine è presente in luoghi con ordinamenti legali differenti si è pensato fosse meglio fare un estratto valido a livello di Ordine incoraggiando le varie Province a procedure di sviluppo appropriate alla situazione locale.

Con i notevoli cambiamenti di volto nell'Ordine, quali passi si stanno facendo per assicurare alla Famiglia carmelitana le risorse finanziarie necesarie?

Ogni Ordine si trova ad affrontare la stessa sfida. Le Province di Europa e gli Stati Uniti hanno sostenuto con generosità il lavoro dell’Ordine nel mondo intero. E continuano ancora oggi a farlo. Questo però non avrà in futuro lo stesso peso che in passato. Vediamo infatti diminuire il numero delle comunità e aumentare l’età in queste Province. E il denaro che hanno a disposizione per aiutare l’Ordine diminuisce sempre di più. Trovatomi faccia a faccia con quella realtà quando divenni Priore Generale, abbiamo intrapreso due iniziative che, se tutto andrà bene, renderanno la Curia meno dipendente dalle Province per le necessità di tutto il mondo. Una di queste iniziative è la Società del Piccolo Fiore nel Regno Unito e Irlanda che ha avuto un grande successo.

L’altra iniziativa è la Domus Carmelitana. Infatti, al Consiglio delle Province di Fatima, le Province hanno acconsentito a prestare al Consiglio Generale quanto richiesto per internalizzare i debiti e così ridurre la percentuale di interessi da pagare alla banca. Questo ci aiuterà a ridurre gradualmente le spese per gli interessi che si stavano pagando finché sarà possibile restituire il denaro alle Province e iniziare ad usare il guadagno della Domus per sostenere le opere della Curia.

Come sta lavorando la Domus Carmelitana?

Penso stia andando bene. In tre anni abbiamo creato un hotel che sta offrendo un guadagno pari a più di quattro milioni di euro all’anno. Abbiamo tenuto l’incontro delle monache Carmelitane e il programma di Formazione Permanente per i Priori carmelitani e abbiamo ricevuto altro che i complimenti per il posto.

La scorsa estate abbiamo avuto uno studio professionale da parte di una ditta internazionale di consulenti di hotel. Tra le conclusioni si diceva che siamo pronti a passare a un’altra fase dello sviluppo della Domus. È stato proposto un piano di affari, accettato dal Consiglio delle Province, e questi mesi saranno impegnati nell’ottimare questo piano.

Il più bel segreto è che abbiamo un hotel eccellente in una delle migliori zone della città di Roma.

Quali benefici in questi incontri?

Il beneficio effettivo è che i Provinciali si conoscano e parlino l’un l’altro di situazioni comuni in un’atmosfera tranquilla, di più distensione. È un’opportunità per il governo dell’Ordine di riflettere insieme di argomenti che riguardano ognuno di noi.


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC   |   TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info