Il Bollettino Titus Brandsma è pubblicato ogni sei mesi dalla Commissione Internazionale per la Giustizia, la Pace e l’Integrità dell’Ambiente. È edito da Antonio Silvio da Costa Junior, O.Carm., Segretario della Commissione.

CITOC

n. 4   ottobre - dicembre 2003
.


 

Commissione Internazionale NGO e necessità di Promotori nelle Province

La Commissione Internazionale di Giustizia e Pace dell’Ordine (CIJP) si è riunita a Middletown, New York, USA, nella prima settimana di ottobre 2003. I membri della Commissione hanno riguardato i punti di impegno assunti nell’ultima riunione riaffermando il compito di informare, formare e agire nel campo della Giustizia e Pace con particolare attenzione agli ideali assunti nei dieci punti (pubblicati in CITOC 2003/2).

La CIJP ha discusso e riaffermato positivamente l’impegno di continuare l’organizzazione della NGO presso l’ONU, lavorando insieme con le suore della Congregazione delle Suore del Monte Carmelo e P. William Harry. Si cercheranno i modi di sviluppare questo lavoro e coinvolgere nuove gruppi già legati alla Famiglia Carmelitana a questa missione presso l’ONU, poiché si riconosce l’importanza di portare all’ONU la voce dei poveri e delle comunità con cui stiamo lavorando nel mondo.

La CIJP ha discusso l’urgente necessità di avere in ogni Provincia un promotore di Giustizia e Pace, frate o laico(a). Perciò ha inviato una formale richiesta al Consiglio Generale.

Ha elaborato inoltre nuove proposte da portare all’autorizzazione o alla conoscenza del Consiglio Generale dell’Ordine:

1. L’organizzazione di un segretariato in grado di sviluppare la partecipazione delle Province nel campo di Giustizia e Pace; di rendere più efficace l’informazione, la formazione e l’azione all’interno della Famiglia Carmelitana; di stabilire comunicazione e partecipazione con i vari organismi di Giustizia e Pace; di collaborare con P. William Harry e P. Anthony Cilia nella cura del sito web della CIJP.

2. Interessarsi affinché i programmi di formazione siano attenti alla dimensione di Giustizia e Pace, come è richiesto dall’Unione dei Superiore Generali.

3. Appoggiare e divulgare i lavori necessari di Giustizia e Pace favorendo la partecipazione di carmelitani e carmelitane.

4. Considerare l’opportunità di un incontro dei promotori di Giustizia e Pace provinciali con la CIJP ogni tre anni, o almeno nel 2005. In questo incontro si discuterà la data e la forma migliore per realizzare un nuovo corso di formazione di operatori di Giustizia e Pace.

5. Proseguire nell’elaborazione e pubblicazione della collana "Zelo zelatus sum" per scoprire l’impegno di Giustizia e Pace nella storia dell’Ordine Carmelitano.

6. Chiedere al Padre Generale di scrivere una lettera sul tema "Giustizia e Pace e contemplazione", poiché si crede fermamente che sia una dimensione sostanziale del nostro carisma carmelitano.

La CIJP ha condiviso i vari momenti operativi dei Carmelitani dello scorso anno nelle diverse circostanze mondiali e locali. In tutte queste partecipazioni si è cercato di vivere il nostro carisma carmelitano e l’impegno profetico con la verità e la giustizia del Regno di Dio.

È doveroso sottolineare l’accoglienza dei confratelli della Provincia Americana di Sant’Elia, specialmente del Padre Provinciale, Mike Kissane, e del Priore locale, P. Francis Amodio. Grazie di cuore!


La Raccomandazione del Silenzio nella Regola del Carmelo

Per descrivere il valore del silenzio, la Regola cita per intero due frasi del profeta Isaia: "La giustizia è coltivata nel silenzio" e "È nel silenzio e nella speranza che si incontrerà la vostra forza". Si tratta di un silenzio che ha la sua origine nei profeti. Per noi, Carmelitani, il silenzio profetico invoca immediatamente il profeta Elia. Le due frasi di Isaia indicano i due passi del silenzio profetico, tutte e due di grande attualità.

Oggi giorno il flusso di parole, di immagini o di chiacchiere che ci avvolgono è talmente vorace che impedisce alle persone di percepire ciò che di fatto sta accadendo. Ne siamo avvolti fino al punto da considerare normale quella che, in realtà, è una situazione di morte. Anni indietro le persone si indignavano davanti agli omicidi o alla violenza, oggi la violenza è diventata talmente frequente e diffusa che ci siamo già abituati. La miseria cresce tra il popolo, l’ingiustizia è impunita, la sofferenza di coloro che non commettono alcun male, l’abbandono, la disoccupazione, l’esclusione, il dolore, la solitudine, il disamore… Viviamo una situazione di morte, perché il consumismo uccide qualsiasi sforzo di coscienza critica.

Il primo passo del silenzio profetico è espresso nella prima frase di Isaia che dice: "La giustizia è coltivata nel silenzio". Isaia paragona la pratica del silenzio col lavoro dell’agricoltore che coltiva la sua terra per avere un buon raccolto. Questa prima frase indica il nostro sforzo attivo che tende ad ottenere un determinato risultato. Dobbiamo far tacere tutto dentro di noi, perché la realtà possa apparire pienamente per quello che è in se stessa, e non come appare, deformata dalle troppe chiacchiere, dal rumore della moda o dai mezzi di comunicazione, dalla ideologia dominante. Il lavoro attivo della pratica del silenzio produce poco a poco lo smantellamento delle false idee, dell’ideologia dominante, e dei preconcetti che avevamo in testa. Fa nascere la visione giusta delle cose. Coltivare il silenzio genera in noi la giustizia.

Nel momento in cui si scioglie nella nostra testa il garbuglio ideologico che ci offre una visione falsa e artificiale della realtà, in quel momento è come se ci togliessimo un grosso fardello. Come se d’un tratto ci svegliassimo da un sonno e ci confrontassimo con la situazione nella quale stiamo vivendo, situazione di morte senza via d’uscita che reclama cambiamento e conversione. In quel momento, tutto si fa silenzio dentro di noi. Cessano le chiacchiere, diventiamo muti. Perdiamo gli argomenti che ci sostenevano. È il momento della crisi.

Questo momento di confronto con la situazione di morte che ci zittisce è il primo passo del silenzio profetico, il silenzio di cui parla la Regola del Carmelo. È frutto del nostro sforzo attivo far tacere le chiacchiere della propaganda, di una ingenuità priva di coscienza critica.


Notizie Brevi

USG CD con un programma di formazione per i promotori di Giustizia e Pace

Il gruppo dei Promotori/ci JPIC, spagnolo-portoghese, legato all’Unione dei Superiori Generali, Roma, ha realizzato un CD con un programma di formazione per i promotori di Giustizia e Pace. Il CD è disponibile in lingua spagnola ed è possibile ottenerne una copia tramite il Segretariato di Giustizia e Pace, a Roma. Per maggiori informazioni scrivere a P. Antonio Silvio da Costa Junior all’indirizzo della Curia Generalizia o tramite posta elettronica, ascosta@pcn.net e chiedere: "Taller de Formación para Promotores/as de JPIC" 2003.


Pubblicato un opuscolo sull'acqua

Il gruppo dei Promotori/trici JPIC per l’ecologia, legato all’Unione dei Superiori Generali, Roma, ha pubblicato un libricino su come i religiosi/e possono riflettere sul tema dell’acqua. La pubblicazione è disponibile in varie lingue. Per ottenerne copie inviare un e-mail all’indirizzo elettronico jpicclimatechange@yahoo.co.uk e chiedere della pubblicazione "Nostra Sorella Acqua" 2003. È possibile anche scaricare la pubblicazione elettronica attraverso la pagina www.ofm-jpic.org/aqua


Importanti date da ricordare

Segnaliamo alcune date da ricordare nelle nostre riflessioni e preghiere:

- 1° dicembre, giornata di lotta contro l’AIDS

- 13 gennaio, anniversario di morte di "Fr Caneca" padre carmelitano, eroe nazionale brasiliano, difensore della libertà e dei diritti civili

- il 2004 è stato proclamato dall’ONU: anno internazionale del riso, l’alimento più consumato nel mondo. Il tema invita a riflettere sul problema della fame e la giustizia nella produzione di alimenti.


Siti web consigliati

Raccomandiamo il sito di Giustizia e Pace dei Francescani, Ordine Mendicante come noi, in tre lingue (inglese, italiano e spagnolo): http://www.ofm-jpic.org/index.html

Di questo sito segnaliamo:

• Risorse OFM di GPSC

• Il sussidio di GPSC dell’OFM

• Prassi di GPSC nella formazione iniziale

• Altre risorse francescane per la pace

• Il Manuale inter-congregazionale

• L’integrità della creazione

Carmelitani NGO: carmelitani.info/ong


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC   |   TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC

TORNARA AL BOLLETTINO TITUS BRANDSMA


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info