n. 3   luglio - settembre 2006
.


Chiesa Carmelitana a Gdansk, Polonia, da ricostruire dopo un incendio

La storica chiesa Carmelitana del dodicesimo secolo a Gdansk, Polonia, è stata distrutta parzialmente dal fuoco. Secondo Dariusz Borek, Priore Provinciale della Provincia Polacca, il tetto è stato completamente distrutto. Mentre il soffitto, fatto di calcestruzzo, è rimasto intatto, le pareti della chiesa hanno subito danni "ingenti".

A motivo della struttura di cemento del soffitto, tutti i beni di valore storico della chiesa hanno potuto essere risparmiati dal fuoco. "Dobbiamo ringarziare molto i vigili del fuoco per il salvataggio di tante cose," ha detto P. Borek. Gli oggetti sono stati distribuiti in vari luoghi per mantenerli al sicuro.

Fra le opere d’arte c’erano i dipinti di Izaak van den Blocke e di Anton Moeller. "Mentre abbiamo potuto preservare dai danni molti oggetti, ci sono maggiori danni alle pareti della costruzione. La torre campanaria della chiesa è stata inoltre danneggiata e la cupola deve essere rifatta" ha detto il Provinciale.

Le valutazioni per il costo delle riparazioni a questo punto vanno da 3 a 5 milioni di euro.

La chiesa rimane chiusa anche se si spera di riaprire presto la parte sotto la torre campanaria per la celebrazione della Messa.

Nel’abitazione Carmelitana, situata vicino alla chiesa, né i Carmelitani hanno subito danni durante l’incendio. Il Carmelitano Tadeusz Popiela è stato nominato nuovo Priore a Gdansk in sostituzione di P. Lukasz Semik che era presente quando i primi Carmelitani hanno assunto la direzione della chiesa di Santa Caterina negli anni ‘50.

La chiesa di S. Caterina fu fondata nel 1184 e fino al 1343 servì come unica parrocchia cattolica nella città. Nel periodo 1555-1945 la chiesa è appartenuta ai protestanti. Nel 1945 i Russi distrussero l’edificio. Negli anni 1953-1957 la Chiesa fu ricostruita dopo l’arrivo dei Carmelitani.

La caratteristica torre di S. Caterina alta 76 metri fu completata nel 1486 ed è considerata la maggiore bellezza della città. Nel1989, nel cinquantesimo anniversario dello scoppio di seconda guerra mondiale, è stato benedetto un nuovo concerto di campane, composto da 37 elementi. Il concerto è stata un’iniziativa Polacca-Tedesca, inteso come atto di restituzione ed è il più grande concerto dell’ Europa centrale. Ogni campana porta un’iscrizione diversa ciascuna delle quali è stata scritta dai Polacchi e dai Tedeschi insieme. Una campana è stata donata dai cittadini ebrei.

Secondo il Provinciale Carmelitano il concerto è stato risparmiato ma lo strumento per suonarlo deve essere ricostruito. Il concerto di 37 campane della chiesa rintocca ogni ora dal cinquantesimo anniversario dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale.

La Città di Gdansk allestisce un museo dell’orologio nella torre campanaria della chiesa. Un’altra caratteristica storica significativa della chiesa è la tomba risalente al diciassettesimo secolo dell’ astronomo Johann Hevelius.

La televisione nazionale polacca ha intervistato Adam Koterkiewicz, direttore del museo storico della Città di Gdansk, che ha sottolineato l’importanza delle opere d’arte coinvolte nell’incendio. Lo storico d’arte polacco Andrzej Januszajtis ha definito l’incendio "il maggior disastro ai monumenti di Gdansk dalla Seconda Guerra Mondiale."

La causa dell’incendio deve ancora essere stabilita. Tuttavia, ci sono stati continui lavori sul tetto della chiesa anche se non al momento dell’incendio. Secondo alcune testimonianze, 20 camion antincendio si trovavano sul posto dopo l’inizio del fuoco.

La chiesa era stata pesantemente danneggiata da un incendio nel 1905 e dalle bombe russe durante la Seconda Guerra Mondiale.


Le fiamme distruggono il tetto della chiesa Carmelitana a Danzica, Polonia il 22 maggio 2006.

I vigili del fuoco con gli altissimi macchinari antincendio riescono a salvare il campanile del quattordicesimo secolo, considerato il più bello della città. L’incendio è stato definito "il più grave disastro ai monumenti di Danzica dalla Seconda Guerra Mondiale."


Incontri della Provincia Arago-valentina in occasione del centenario di Fondazione

Quest’anno la Provincia Argovalentine celebra i primi cento anni di fondazione. Da 18 al 20 aprile si è tenuta l’assemblea provinciale a El Carmen di Onda, Spagna, sotto la direzione della psicologa dott.ssa Isabel Mairal sul tema "Ricchezza nel Mistero di Amore: cuori appassionati trovano consolazione nel Carmelo".

Il 25 maggio, festa di santa Maria Maddalena de’ Pazzi, patrona della Provincia, c’è stata una solenne celebrazione a El Carmen di Onda. Il tema: "Ringraziare il Signore e la B. V. Maria del Monte Carmelo per i cento anni di vita della Provincia." Hanno partecipato molti religiosi, suore Carmelitane e laici amici del Carmelo. Varie circostanze hanno contribuito a che fosse una giornata molto solenne e partecipata.

Per commemorare questo evento il prolifico scrittore carmelitano Rafael María López Melús ha scritto un libro di 600 pagine, con abbondanza di foto, testo diviso in due parti (1275-1835; 1878-2006) con quasi duemila note. Ulteriori informazioni sul libro si trovano nella sezione Res Carmelitana pubblicata nel CITOC.


Celebrazione della Festa della Madonna del Carmine:
Una celebrazione degli 80 anni di presenza Carmelitana a Faversham, Kent

Il 16 luglio 2006 i frati Carmelitani e la Comunità parrocchiale hanno celebrato 80 anni di presenza Carmelitana a Faversham. Nel mese di luglio del 1926 un gruppo dei frati dall’Irlanda, guidato da John Cogan, assunse la direzione di che quella che allora era una faticosa missione. Grazie all’impegno nei primi tempi di Malachy Lynch e poi di Elias Lynch, la parrocchia è fiorita e il Santuario di san Giuda ora attrae pellegrini da ogni dove.

Le celebrazioni il 16 luglio 2006 sono state benedette con il caldo sole ed oltre 300 parrocchiani riuniti per celebrare l’impegno della Comunità della parrocchia nel corso degli anni. Le celebrazioni hanno avuto luogo nei campi del priorato e dopo la Messa tutti si sono dilettati a un pranzo buffet, BBQ e musica offerti dai gruppi parrocchiali. C’è stato il sentire comune che Elias lynch, che amava festeggiare, fosse con noi in spirito.


La Parrocchia di Faversham, Santuario Carmelitano di San Giuda, riunita per una Messa all’aperto il 16 luglio 2006, per celebrare l’ottantesimo anniversario della parrocchia. (foto per gentile concessione della parrocchia)


Incontri del Consiglio Generale: marzo e aprile 2006

Argomento principale all’ordine del giorno del Consiglio Generale per gli incontri svoltisi nel mese di marzo 2006 è stata la preparazione del Capitolo Generale del 2007. Il 7 marzo il Consiglio si è incontrato con i membri della Commissione Preparatoria per uno scambio di idee sul tema del Capitolo.

Fra le altre cose da sottolineare c’è la notizia che sant’Alberto di Sicilia è stato proclamato compatrono della diocesi di Trapani in occasione del Settimo centenario della sua morte, che sarà celebrato dal 2006 al 2007.

A seguito della beatificazione di Madre Curcio, avvenuta nel mese di novembre 2005, la Congregazione per il Culto Divino ha approvato la data per la commemorazione liturgica della nuova beata: il 4 luglio, con il grado di memoria facoltativa per l’intero Ordine e di festa per le suore Carmelitane missionarie di Santa Marinella.

I Consiglieri Generali hanno presentato relazioni in merito alle varie attività nelle province. Parimenti sono state comunicate le relazioni sulle varie visite portate avanti dal Priore Generale e dai membri del Consiglio nei mesi scorsi: province di Catalogna, Arago-Valentina, Castiglia, Betica, Portogallo, Germania Superiore e New York (inclusa Trinidad).

Il Consigliere Generale per le comunicazioni ha riferito sul progetto dell’Ordine per un "museo virtuale" non solo per mostrare la spiritualità e la cultura carmelitana, ma anche come mezzo di evangelizzazione.

Il Consiglio si è incontrato ancora in seduta plenaria dal 20 al 28 aprile. Durante quest’incontro sono stati fatti progressi nella pianificazione del Capitolo Generale e nella celebrazione dell’ottavo centenario della Regola nel 2007. Il Consiglio ha anche deciso di fare più investimenti nella Domus al fine di migliorare i servizi e per assumere la gestione di quindici stanze che non sono usate dal CISA.

Nelle riunioni di aprile, il Consiglio ha avuto un incontro con i membri della Commissione per la Formazione e per lo studio del Carisma e della Spiritualità dell’ordine, nel corso del quale è stato valutato il lavoro delle due commissioni e discusse varie proposte per il futuro. Alcune di queste saranno sottoposte al Capitolo Generale nel 2007.

La prossima riunione plenaria del Consiglio Generale è stata fissata dal 18 al 29 settembre 2006.


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC  |  TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info