n. 1   gennaio - marzo 2006
.



Dal Postulatore Generale

Il Papa approva il miracolo attribuito alla Madre Scrilli; Si attende la data della beatificazione

Papa Benedict XVI ha autorizzato la Congregazione per le Cause di Canonizzazioni, di pubblicare i decreti  di riconoscimento di martirio o di miracolo, i quali hanno aperto la porta a 43 beatificazioni, incluso Madre Maria Teresa di Gesu, la fondatrice della Congregazione delle Suore della Madonna del Monte Carmelo.

Nata Maria Scrilli, Madre Scrilli ha fondato la Congregazione nel 1854. Fu affiliata all’Ordine dei Carmelitani a marzo 1929. La Congregazione ha circa 250 sorelle in 40 case in Brasile, Canada, India, Italia, Polonia, gli Stati Uniti, e la Repubblica Ceca.

È stata approvata anche la beatificazione delle monache Carmelitane Scalze Elijah di S. Clemente e Maria Teresa di S. Giuseppe, le fondatrici della Congregazione delle Suore Carmelitane del Cuore Divino di Gesu.

La data della beatificazione sarà annunciata in un secondo momento.

Questo sarà il secondo membro della Famiglia Carmelitana ad essere beatificato questo anno.


Il Beato Nuño de Santa Maria Alvares Pereira

Da tempo immemorabile la gente prega il Beato Nuño de Santa Maria Alverez Pereira, gran comandante in capo del Portogallo, conosciuto come "il santo comandante". Tuttavia Papa Urbano VIII (1623-1644) bloccò la venerazione di alcuni Servi di Dio che erano morti in odore di santità ma non erano stati ancora beatificati o canonizzati dalla Santa Sede. Allo stesso tempo il Papa istituì il processo di canonizzazione e proibì la prosecuzione di ogni pubblica venerazione dei non beatificati o canonizzati dalla Santa Sede.

Alla fine del XIX secolo, fu introdotta l’istanza di beatificazione di Nuño de Santa Maria, affinché il culto del santo comandante potesse continuare. Tutte le formalità richieste furono espletate il 15 gennaio 1918 con una seduta plenaria della Congregazione per i Riti che approvò la ricognizione del culto del Beato Nuño per unanime acclamazione. Il Papa, Benedetto XV, il 23 gennaio ratificò la decisione della Congregazione con il Decreto Clementissimus Deus.

Il 13 luglio 2003 fu aperto il processo per analizzare la reale fama di santità e il culto del Beato Nuño per la canonizzazione. Il processo si è concluso il 3 aprile 2004.

Mentre si dava inizio alla positio di quel processo, un altro processo veniva aperto per trattare di una guarigione, scientificamente inspiegabile, attribuita all’intercessione del Beato Nuño come presunto miracolo. Si spera che, a Dio piacendo, sia emesso un giudizio favorevole da questi esperti e che, proseguendo il lavoro, gli studi e verifiche necessarie, il Santo Padre approvi e conceda la canonizzazione.


Il Beato Tito Brandsma, O. Carm.

L’ufficio del Postulatore riceve frequentemente domande per quanto riguarda il Beato Tito Brandsma e la sua canonizzazione. Se i fedeli chiedono la sua intercessione per le loro necessità, certamente Dio accorderà questo favore. Il presunto miracolo di guarigione attribuito al Beato Nuño si è verificato dopo che il Postulatore Generale ha ricordato ai fedeli di presentare a Dio le loro necessità per intercessione di Nuño. Ora abbiamo la speranza che la causa continuerà.

Chiedete e vi sarà dato. Bussate e vi sarà aperto. Non è così?


Il sito web per l'Ufficio del Postulatore Generale è: carmelitani.info/postulatore


Congresso liturgico previsto per giugno del 2006

Un congresso sulla Liturgia e sul carisma Carmelitano si svolgerà presso il centro Carmelitano di San Felice del Benaco 17 giugno 12 al 2006. Il congresso riunirà gli eruditi dall’Italia, dai Paesi Bassi, dall’Australia, dagli S.U.A. e dall’Irlanda per presentare i testi e i vari aspetti della liturgia. Tra i temi presenti si avrà una particolare attenzione circa "il collegamento fra il liturgia e carisma", "dal rito gallicano al rito del Santo Sepolcro e al rito Carmelitano", "sviluppo delle festività dell’ordine", "aspetti strutturali della liturgia: Arte, architettura, etc "e "manoscritti liturgici e musica di Carmelitana." È prevista la presenza di un gruppo degli storici e dei teologi dell’ordine che possa avviare una riflessione sulla liturgia carmelitana. Il Carmelo di San Felice del Benaco fa parte della provincia italiana, è situato in Italia del Nord su Lago di Garda. Congiunge il santuario della nostra signora del monte Carmelo. Il Carmelitani hanno prestato servizio al santuario dal 1460 con un’interruzione di 152 anni, tornando ad animare il luogo nel 1952.


Le Visite Canonice previste per 2006

Il Priore Generale, Joseph Chalmers ed il Consigliere Generale dell’America del Nord, William J. Harry, si sono incontrati telefonicamente con il Consiglio Provinciale della Provincia Nordamericana di s. Elia nel contesto della loro visita canonica della Provincia. La visita offre ad ogni membro dell’Ordine la possibilità di incontrare privatamente il Priore Generale o i suoi delegati. Nella maggior parte delle province, viene consegnato un rapporto viva voce ai membri di un Capitolo o ad una riunione o per lettera.

Le visite previste per il 2006 comprendono le province della penisola Iberica, PCM, Paesi Bassi, Germania Inferiore e Commissariato dello Zimbabwe. (CITOC foto)


Benedizione e dedicazione del Centro Edith Stein a Aylesford, Inghilterra

Splendeva il sole il 22 settembre 2005 per la benedizione dell’Area Nord del Priorato di Aylesford, ricostruita di recente. L’Arcivescovo Kevin McDonald, dell’ arcidiocesi di Southwark che comprende Aylesford, ha intitolato l’area: Centro Edith Stein.

Nella benedizione e dedicazione era compresa la statua di una giovane Edith Stein, opera dell’artista Geoff Lucas, scultura di grande rilievo per la grande somiglianza.

L’arcivescovo McDonald si è rallegrato di partecipare alla dedicazione di quella che attualmente è la sede della Commissione della Conferenza Episcopale per i rapporti tra Cattolici ed Ebrei. Fr. Matt Blake, OCD, ha tenuto una conferenza sull’incidenza storica di Edith Stein oggi. Tessa Hilder, rappresentante dell’Heritage Lottery Fund, ha inaugurato formalmente l’area. È stato infatti l’Heritage Lottery a elargire gran parte dei fondi per la ricostruzione. Quanti hanno partecipato ad essa sono stati invitati.

"Sarà un grande beneficio per Aylesford," ha detto Francis Kemsley, Priore di Aylesford.

L’area è situata sul complesso della Lodge Farm di cui la Comunità del Priorato di Aylesford ha ottenuto la gestione completa una ventina di anni fa. L’area ovest fu ricostruita e aperta come Tea Rooms e Shop nel 1990. Il cosiddetto "New Block" che prima comprendeva Tea Rooms e Shop ora costituisce le sale congressi.

"È stata per noi una grande agevolazione e sorprende quanto sia frequente l’utilizzo di tutte le stanze," ha continuato fr. Kemsley.

La recente ricostruzione del Centro Congressi era stato precedentemente dedicato a Tito Brandsma.


Messa dei Benefattori della Società del Piccolo Fiore (Iranda/Inghilterra) Tenutasi a Aylesford, Inghilterra

La terza Messa annuale di ringraziamento per i benefattori della Società del Piccolo Fiore Irlanda/Regno Unito è stata celebrata presso I Fratelli ad Aylesford, Kent, Inghilterra, il sabato 1° ottobre 2005. Il Priore Generale, Joseph Chalmers, ha presieduto la celebrazione e l’omelia con circa 500 persone ad assistere.

I benefattori della Società hanno fatto sì che la Curia Generale distribuisse 400.000 sterline inglesi (600.000 euro) durante gli ultimi tre anni. Un finanziamento è stato destinato ai Carmelitani in Kenia, Cameroon, Zimbabwe, Mozambico, Timor Est e Brasile. Un altro finanziamento si sta utilizzando per l’opera di formazione in Africa e la promozione della vita Carmelitana in America Latina e lo studentato Carmelitano del Brasile e dell’Indonesia. Una donazione è stata inoltre fatta alle suore Carmelitane colpite dagli uragani a New Orleans.

La Messa dei Benefattori del 2006 si prevede avrà luogo dai Fratelli, Aylesford, Kent, Inghilterra, nella Festa propria, la domenica 1° ottobre 2006.


Convegno sull’attualità del messaggio del ven. Angelo Paoli

Il 18 settembre u.s. si è svolto a Fivizzano (MS) nell’ ex-convento carmelitano di Cerignano un Convegno sull’attualità del messaggio del venerabile Angelo Paoli. Vi hanno partecipato un centinaio di persone venute dai vari paesi della Lunigiana; presente il Vescovo di Massa, Mons. Eugenio Binini, che alla Messa del mattino ha presieduto l’Eucaristia. Concelebranti: P. Giuliano de Angeli, O. Carm., priore del convento a Pisa, e i parroci di Cerignano e di Argigliano, paese natale del Venerabile.

Nel pomeriggio il Convegno si è aperto con il saluto dei Sindaci di Fivizzano e di Casola di Lunigiana, e di Domenico Salvatori, presidente del Comitato per la Beatificazione del Venerabile. Sono seguite le relazioni del Dott. Fabio Baroni e del Prof. Giuseppe Benelli, moderatore lo storico Franco Bonatti.

Baroni ha ripercorso la storia del Convento di Cerignano dall’anno di fondazione 1568 alla sua soppressione nel 1782 da parte del Granduca di Toscana Leopoldo.

I due terremoti del 1835 e del 1920 hanno distrutto gran parte del convento insieme alla Chiesa; è rimasto intatto il bel chiostro secentesco con resti delle pitture murarie di Stefano Lemmi, uno dei maggiori pittori di Fivizzano.

Il prof. Benelli ha introdotto la sua relazione, molto convincente sulla santità del Venerabile, ricordando il messaggio inviato dal Giovanni Paolo II nel 1999 al Priore di S. Martino ai Monti (Roma), in occasione del 7° centenario dell’affidamento della Basilica ai Carmelitani. Tra le altre cose il Papa aveva scritto: "Come non far memoria di quell’umile frate, il Ven. Angelo Paoli, "Padre dei Poveri" e "Apostolo di Roma," che possiamo definire il fondatore ante litteram della "caritas" nel rione Monti? Egli, per primo, collocò la croce nel Colosseo, dandovi inizio al pio esercizio della Via Crucis."

Domenico Salvatori, nel suo saluto e ringraziamento finali, ha ricordato gli attuali proprietari del Convento, i coniugi Adreani che si sono detti felici di aver ospitato un Convegno così importante per la conoscenza della vita e missione di Angelo Paoli.


Il Giubileo d’Oro del Santuario di Faversham

A cinquanta anni dalla dedicazione del Santuario di Saint Jude, Faversham, Inghilterra, da parte del Vescovo Cyril Cowdray , l’Arcivescovo Kevin McDonald dedica di nuovo il Santuario. Era stato gravemente danneggiato da un incendio il 31 ottobre 2004.

Tre vetrate con il Re Riccardo Giuseppe sono state restaurate dal Canterbury Stained Glass Study. Un argentiere del posto ha restaurato il Reliquario di Augsberg e i lucernari.

La parrocchia di Nostra Signora del Monte Carmelo si è riunita per celebrare il Giubileo d’Oro del suo Santuario di San Giuda con Carmelitani di allora e di oggi, pellegrini e molti dei responsabili del restauro. L’ Arcivescovo ha benedetto l’olio con la reliquia di s. Giuda e ha consacrato tutta l’assemblea.


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC  |  TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info