n. 1   gennaio - marzo 2006
.


Apertura Ufficiale il 25 maggio a Firenze
Programmato il 400° Anniversario di Santa Maria Maddalena de ‘Pazzi

I membri della Provincia Italiana insieme ad altri gruppi interessati hanno programmato un certo numero di celebrazioni in onore del 400° anniversario della morte di Santa Maria Maddalena de ‘Pazzi. L’anniversario si aprirà ufficialmente a Firenze il 25maggio 2006, festività della santa, per concludersi dopo un anno, domenica 27maggio 2007.

In preparazione a questo anno importante, ci sarà inoltre una riunione dei presbiteri e religiosi anche se data e luogo di questa riunione non sono stati ancora fissati.

Venerdì 25maggio 2006 Joseph Chalmers, Priore Generale, aprirà l’anno con una solenne celebrazione Eucaristica a Firenze. Questa avrà luogo durante il Capitolo Provinciale della Provincia Italiana e si pensa che molti dei membri del Capitolo e della Provincia facciano un pellegrinaggio a Firenze in tale occasione.

Il Carmelitano Scalzo Luigi Borriello predicherà un ritiro spirituale di cinque giorni a Firenze, previsto per il 4-8 settembre 2006.

Giovedì 19 aprile 2007 si terrà una celebrazione Eucaristica nella parrocchia Romana di San Giovanni dei Fiorentini.

Una celebrazione e un congresso per studiare la vita e l’insegnamento della santa si terranno il 24-26maggio 2007 nel Sala Vanni. Due conferenze si terranno il 24maggio. Il giorno dopo, il Priore Generale presiederà ad una celebrazione nel monastero di San Frediano. Il congresso si concluderà il 26maggio con due conferenze e un concerto musicale.

Domenica 27maggio 2007 ci sarà una celebrazione solenne nel Basilica del Carmine a Firenze per concludere l’anno. È previsto che il Cardinale Arcivescovo di Firenze guidi questa celebrazione.

Altri eventi programmati per l’anno comprendono la pubblicazione e la distribuzione di raccolte degli scritti e della spiritualità di Santa Maria Maddalena. Queste saranno disponibili nelle tre lingue dell’Ordine e distribuite per tutto l’Ordine dalle Edizioni Carmelitane.

Si sta inoltre progettando una mostra di quadri. Altri gruppi, specialmente in Italia, faranno il loro programma pubblico per quest’anno speciale.


Riunione del Consiglio Generale 6 – 17 dicembre 2006

Il Consiglio Generale si è riunito in sessione plenaria dal 6 al 17 dicembre 2006. Sono stati discussi i programmi riguardanti una serie di riunioni:

o A marzo ci sarà una riunione della commissione preparatoria per il Capitolo Generale.

o Ad aprile si terrà una riunione congiunta delle Commissioni di Carisma e Formazione.

o Ad agosto si svolgerà a Fatima, il corso di Giustizia e Pace.

o Ad ottobre, a Sassone, ci sarà l’incontro Internazionale triennale degli Economi.

Il Consiglio si è incontrato con i membri della Commissione del Governo ad hoc per rivedere il loro documento e stabilire un orario per considerare le loro proposte.

Il Priore Provinciale della Germania Inferiore, Wilfrid Wanjek e Pancraz Ribbert si sono incontrati con il consiglio per dare informazioni riguardanti i progressi della missione carmelitana in Camerun. Si sono discusse le possibilità di aiutare la missione e i piani per il futuro.

E’ stato evidenziato che il primo carmelitano della Papua Nuova Guinea sarà ordinato in Australia il 17 dicembre e che ci sono altre richieste da alcuni giovani. Si è parlato anche di un nuovo gruppo del Terz’Ordine a Cuba.

L’economo generale ha fatto la sua relazione riguardo alle finanze dell’ordine, soffermandosi in modo particolare sui lavori di riparazione al CISA/Domus. Sono stati finalizzati i piani di distribuzione dei proventi della Little Flower Society alla Curia per l’anno 2006, per essere presentati ai direttori della Little Flower in Inghilterra.

dal priore generale

Il Commissariato di India

Molte sono le novità che ci giungono dal Commissariato Provinciale dell’India (che fa capo alla Provincia Tedesca Superiore). Attualmente ci sono 78 membri professi, di cui 26 sono di voti semplici. La maggior parte vivono e operano all’interno dello stato del Kerala e della città di Bangalore. Tuttavia sono in molti a lavorare e studiare all’estero: in Germania, in Italia, in Inghilterra, nel Canada e a Trinidad. Il Commissariato conta due missioni, una in India (Andra Pradesh) e l’altra nel Kenia (con l’aiuto della Provincia di Catalogna e della provincia Arago-Valentina).

La missione di Andra Pradesh si trova tra gente molto povera. I frati guidano una parrocchia che ha dodici sedi missionarie in villaggi periferici, così come una scuola che provvede a bambini da 5 a 12 anni. Una parte speciale della scuola è riservata ai bambini che sono stati privati in tutto o in parte dell’istruzione perché costretti a lavorare. Solitamente i loro genitori hanno scarsissima istruzione e non apprezzano il valore della formazione scolastica. Quotidianamente un insegnante va nei campi intorno al villaggio per cercare i bambini che sono al lavoro e portarli a scuola. Nella zona l’unico lavoro per sopravvivere è la coltivazione e c’è una mancanza cronica di pioggia. Nella parrocchia c’è anche una clinica, gestita dalle suore, che accoglie soprattutto donne incinte e bambini. Circa la metà delle famiglie del villaggio si sono trasferite nelle grandi città che distano molte ore di autobus. Sperano di trovare da vivere, ma il più delle volte incontrano una povertà ancora maggiore.

Un nuovo appassionante ministero è iniziato in India fra le gangs giovanili dove vige molta violenza e l’omicidio è all’ordine del giorno. L’attività è iniziata come casa di preghiera e di ritiri. Un giovane membro di una banda, che aveva visto il fratello assassinato, ha espresso il desiderio di uscire da quel circolo di violenza. La Comunità lo ha accolto e per sei mesi ha fatto un certo cammino; non appena però è tornato a frequentare i luoghi di prima è stato ucciso. Da qui la Comunità ha cominciato a riflettere e pregare incessantemente per la situazione e ha deciso di iniziare a lavorare in quel settore così difficile. Si danno normalmente dei ritiri per i giovani e spesso hanno assistito a conversioni straordinarie. Non è insolita la testimonianza di giovani di bande rivali che consegnano le loro armi (piuttosto spaventose) e iniziano a dialogare fra loro. Naturalmente sono ostacolati dal loro retroterra, e quindi i frati lavorano anche fra le famiglie e le comunità locali per portare la pace di Cristo che sorpassa ogni conoscenza.

Il Commissariato ha iniziato una nuova missione in Kenia durante l’anno 2000 ed ora vicino a Nairobi, la capitale, la Comunità è molto fiorente. Ci sono anche due frati di voti temporanei che studiano teologia all’università di Tangaza. Trovandosi in Kenia alcuni candidati all’Ordine, vi sono le condizioni per chiedere lo status di Provincia.
 


OCD–OCARM Consigli Generali si riuniscono per discutere i progetti di giuntura

I membri del Consiglio Generale dei Carmelitani di Antica Osservanza e il Definitorio Generale dei Carmelitani Scalzi si sono incontrati alla Curia Generale OCD il 17 dicembre 2005 per discutere di iniziative comuni.

I due gruppi si sono incontrati due volte all’anno dal 1992 alternando la sede d’incontro.

Tra gli argomenti discussi era la lettera dei Superiori Generali alla Famiglia Carmelitana in occasione del 800° anniversario della Regola di S. Alberto, il Dizionario Carmelitano, e il sito web congiunto OCARM – OCD.

Il sito web congiuto è: ocarm-ocd.org


La missione della Provincia Olandese in Lituania

A seguito della decisione del Capitolo Provinciale 2005 di accettare la responsabilità dell’insediamento del Carmelo in Lituania, la Provincia Olandese ha compiuto passi significativi verso la realizzazione di tale obiettivo. Il Priore Provinciale Ben Wolders ha nominato l’ex-Provinciale Tjeu Timmermans coordinatore del progetto in collaborazione con Johan Hettinga.

Ben e Tjeu sono andati in Lituania verso la fine di ottobre e hanno incontrato il Vescovo Eugenius Bartulis di Siauliai insieme ai membri del crescente numero di amici del Carmelo in quel paese. Li attendeva gente proveniente da tutta la Lituania .

"È stato un fine settimana ricco di Dio. È stato bello condividere i nostri programmi con i partecipanti e sentire il loro desiderio di una Comunità Carmelitana e il loro sostegno", ha detto Tjeu Timmermans.

Sono stati organizzati per diversi anni dei campi estivi, incontri di persone interessate a conoscere sempre meglio la spiritualità carmelitana e i Carmelitani. Chiaramente continueranno nel tempo questi appuntamenti con l’assistenza dei Carmelitani precedentemente coinvolti.

Attualmente si svolgono periodicamente altri incontri per accrescere l’interesse verso il progetto. In gennaio Johan Hettinga e Tjeu Timmermans hanno tenuto un incontro di fine settimana con un gruppo laico di orientamento carmelitano. In marzo Tjeu tornerà ancora in Lituania per un incontro con i giovani interessati alla vita religiosa. Felix Schandl (GerS), Johan e Tjeu torneranno dopo Pasqua per un altro fine settimana con il gruppo laico di orientamento carmelitano. Saranno elaborati programmi per la celebrazione solenne della B. V. Maria del Monte Carmelo in luglio e per i campi estivi a Vilnius. Tema dei campi estivi sarà la regola Carmelitana.

L’Olanda ha deciso di iniziare la sua missione nella città di Siauliai, città commerciale centrale nella Lituania del Nord, dove c’erano già gruppi attivi "degli amici del Carmelo". Siauliai è anche una diocesi nuova con grandi novità, compresa la disponibilità agli studi.

In seguito alle discussioni iniziali con il vescovo è stato deciso di lavorare in un primo tempo con la gente senza costruire nulla. Nel mese di gennaio 2006 è stata presa in affitto una piccola casa al centro di Siauliai.

Verso la metà di gennaio il vescovo Bartulis ha visitato la Provincia Olandese. È stato presentato il programma di formazione, "Karmel Twente" (Laico Carmelitano) e "Karmel Amstelveen" così come anche altre case e programmi all’interno della Provincia. "Speriamo che abbia ricevuto una buona impressione della nostra provincia e dell’atmosfera che c’è," ha detto Tjeu Timmermans dopo la visita del vescovo.


Seminario annuale carmelitano per lo studio: "Trasformazione nel Carmelo"

Il Seminario estivo annuale sulla Spiritualità Carmelitana si terrà il 18-24 giugno 2006, al Centro di Spiritualità , Saint Mary College, Notre Dame Indiana (USA)

Tema del seminario: "Trasformazione nel Carmelo: quanto teneramente tu vegli nel mio cuore". Questi i relatori: Daniel Chowning, OCD; Kevin Culligan, OCD; Keith J. Egan., T.O.Carm.; Mary Frohlich, RSCJ; Kieran Kavanaugh, OCD; Gregory Klein, O.Carm.; Ernest Larkin O.Carm.; Vilam Seelaus, OCD.; John Welch, O. Carm. Questo seminario sulla Spiritualità carmelitana viene presentato dal Forum Carmelitano del Nord America, offerto annualmente dal 1985.

Informazioni e dépliant sono disponibili al seguente indirizzo:

Center for Spirituality
Saint Mary’s College
Notre Dame, Indiana 46556
USA

Tel. 574-284-4636.
Per richieste e-mail: kegan@saintmarys.edu


Tito Brandsma eletto miglior cittadino di Nimega

All’interno delle celebrazioni del 2000° anniversario della città di Nimega, i cittadini hanno scelto Tito Brandsma come "il miglior cittadino di tutti i tempi di Nimega".

Fin da questa estate, la City Hall di Nimega aveva elaborato quattro schede elettorali per scegliere uno dei suoi a tale onorificenza. Nel penultimo spoglio erano rimasti dieci candidati. Nell’ultimo scrutinio sono rimasti tre candidati, tra cui Tito Brandsma.

Durante il festival popolare della città il 30 dicembre scorso il sindaco della città, la dr Guusje ten Horst, ha annunciato che il martire carmelitano Tito Brandsma era stato scelto a grande maggioranza per il titolo.

Anche se era già notte, le campane della Chiesa vicina, che commemora Tito Brandsma, hanno iniziato a suonare. I presenti hanno applaudito entusiasti alla decisione annunciata.

Nel corso del 2005 diverse erano state le celebrazioni per commemorare la fondazione della città. Ma la sera del 30 dicembre, al centro della città, nella zona circostante la Chiesa commemorativa di Tito Brandsma, è stato organizzato un festival popolare in Piazza Keizer Karel, sala concerti e teatro principale di Nimega. Anche se c’era freddo e neve, la piazza si è riempita soprattutto di giovani che cantavano e ballavano, mentre ascoltavano i musicisti.

Nel 5 a.C. gli abitanti della zona si erano uniti ai soldati romani che avevano scelto la riva del fiume come accampamento con costruzioni in pietra.


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC  |  TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info