n. 1   gennaio - marzo 2004
.


Tjeu Timmermans eletto Primo Presidente della Conferenza dei Religiosi Olandesi

Tjeu Timmermans, Provinciale della Provincia Olandese, è stato eletto Presidente della nuova Conferenza dei Religiosi olandesi. Il primo incontro si è tenuto il 7 gennaio 2004. La nuova Conferenza si compone dei superiori maggiori di tutti gli Ordini monastici, Ordini claustrali, abbazie, monasteri e istituti religiosi di sorelle, fratelli e sacerdoti.

La Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e Società di Vita Apostolica eretta ha costituto una singolare Conferenza di Superiori Maggiori con decreto del 9 Dicembre 2003. La nuova Conferenza segue le prescrizioni dei numeri 708 e 709 del Diritto Canonico.

Lo scopo della Conferenza è di promuovere la vita religiosa nella Chiesa e nella società, l’interconnessione degli Istituti Religiosi nei Paesi Bassi e la promozione degli interessi comuni e individuali degli Istituti Religiosi e delle Società di Vita Apostolica.

Il nuovo corpo promuoverà il dialogo e la cooperazione con la Conferenza dei Vescovi, sarà a servizio come corpo rappresentativo di tutti gli Istituti Religiosi nei Paesi Bassi allo stesso modo in cui amministrando l’eredità spirituale della vita religiosa.

Il processo che ha portato le Conferenze individuali (la Conferenza delle Congregazioni delle Suore, la Conferenza delle Congregazioni dei Frati, la Conferenza dei Sacerdoti diocesani, l’Associazione delle Sorelle di vita contemplativa e l’Associazione delle Conferenze dei Religiosi olandesi) a costituirsi come unica Conferenza è iniziato qualche anno fa.

"Il mio sogno è di dare vita a questa nuova Conferenza" ha detto Fr. Tjeu. "La realtà di molti Istituti Religiosi nei Paesi Bassi che hanno molti membri anziani ci riporta agli aspetti più importanti della vita religiosa. Io mi auguro che la Conferenza porti attenzione a questo elemento".

Il Consiglio della Conferenza è composto da: Presidente, Vice-Presidente e sette Consiglieri. La durata del mandato è di quattro anni.

Sono circa undicimila i membri della nuova Conferenza dei Religiosi nei Paesi Bassi.


Virtù eroiche della Serva di Dio Maria Teresa di Gesù

Il 20 dicembre 2003 alla presenza del Santo Padre, tra gli altri decreti, è stato promulgato quello sulle virtù eroiche della Serva di Dio Maria Teresa di Gesù, al secolo Maria Scrilli (1825-1889), fondatrice della Congregazione delle Suore di Nostra Signora del Carmelo.

Per l’Istituto erano presenti: il postulatore P. Vincenzo Mosca O. Carm., la Superiora Generale Madre Maria Teresa Natalini, la Segretaria Generale e vice postulatrice Sr Maria Stella Marzano, P. Carlo Cicconetti rappresentante del Padre Generale, S. Ecc.za mons Luciano Giovanetti vescovo della diocesi di Fiesole, mons. Pasquale Corsi parroco della Collegiata di Montevarchi, paese di origine della Venerabile e il diacono Alessandro Andreini della diocesi di Fiesole, vice postulatore.

Madre Maria Teresa Scrilli fondò l’Istituto a Montevarchi (Arezzo) il 15 ottobre 1854 con l’approvazione del vescovo di Fiesole mons. Francesco Bronzuoli, dei Superiori dell’Ordine e con il beneplacito del Granduca Leopoldo II. Nel 1860, con la caduta del Granducato di Toscana e l’unità d’Italia, il Sodalizio fu soppresso, ma la fondatrice sicura di fare la volontà di Dio si trasferì a Firenze e, nel 1875, ricompose la comunità. Da allora l’Istituto si è sviluppato fino ad estendere i suoi rami oltre l’Italia. Attualmente le Suore sono presenti anche negli Stati Uniti, nel Canada, in Polonia, in India, in Brasile, nella Repubblica Ceca e nelle Filippine.

Quest’anno l’Istituto ricorda i 150 anni di fondazione.

La Madre fu profondamente legata alla spiritualità carmelitana che conobbe, ancora fanciulla, attraverso la lettura della vita di S. Maria Maddalena de’ Pazzi. Spirito di contemplazione, totale abbandono alla volontà di Dio, profonda unione con Lui furono la caratteristica della sua vita spirituale. La preghiera assunse un aspetto di riparazione delle offese inflitte a Dio, di lode, di gioia nell’intrattenersi con Lui, di unione profonda, di fede. L’ "amore puro" per Dio la spinse all’offerta sempre più generosa per gli altri, "lasciare Dio per Dio", fino a farne un quarto voto: "prestarsi a utilità del prossimo per mezzo dell’istruzione morale, cristiana e civile" delle fanciulle del popolo.

Grandissima fin dalla fanciullezza fu in Madre Maria Teresa la devozione alla Madonna e la familiarità con lei che chiamerà "mia cara Mamma".


Regione Iberica
Incontro della Famiglia Carmelitana OCARM-OCD intorno alle Reliquie di S. Teresa di Lisieux

Sabato 20 Dicembre 2003 nel Santuario Nazionale di S. Teresa di Lleida (Catalogna), tutta la famiglia carmelitana della Penisola Iberica si è incontrata nell’accompagnare il reliquiario della Santa in gran parte delle Diocesi e dei monasteri Carmelitani in Spagna nella seconda metà del 2003.

Nel luogo stabilito si sono incontrati i Provinciali OCARM e OCD di Spagna e Portogallo insieme alle Presidenti di tutte le Federazioni di monache di clausura OCARM e OCD. La navata della Chiesa era piena di frati e suore di tutte le Congregazioni e del Laicato della Famiglia Carmelitana.

L’incontro è stato intenso, un’intera giornata di preghiera e di fraternità. Ogni cosa era stata preparata con molta cura e la partecipazione, specialmente nella liturgia, è stata magnifica e solenne. Il reliquiario è stato accolto con la celebrazione della Liturgia delle Ore, presieduta dal Vescovo della Diocesi. La Famiglia Carmelitana ha continuato la celebrazione della Parola con una riflessione sul messaggio spirituale di Teresa di Lisieux. A mezzanotte c’è stata la solenne Eucaristia, concelebrata da tutti i Provinciali con la partecipazione di numerose sorelle Carmelitane. Le monache erano vicine al reliquiario della loro piccola sorella per tutto il tempo, come sue custodi. Un gran numero di presenti si sono incontrati per un pasto fraterno durante il quale erano insieme frati e suore di tutte le zone della Catalogna come della Spagna.

A sera l’assemblea si è riunita per i Vespri solenni.

S. Teresa vuole essere un forte invito a riaffermare i valori del Carmelo e a creare comunione e fraternità.


Donazione carmelitana alla prima università britannica

La biblioteca "J. B. Morrell" dell’Università di York ha accettato una generosa donazione di libri dalla Provincia Britannica dei Frati Carmelitani.

I centodiciassette titoli, la maggior parte di storia dell’arte, erano nella collezione di Fr. Paul O’Brien, giovane frate carmelitano morto tragicamente nel 1999 all’età di 43 anni e resteranno come collezione nella biblioteca dell’Università in sua memoria.

L’Ordine Carmelitano, che ebbe la sua prima fondazione nella città negli anni 1250, ha forti legami con la città di York. I frati Carmelitani fanno parte del gruppo di Cappellania Ecumenica, denominata ultimamente: "Università dell’anno" dal Sunday Times.

La decisione di questa donazione all’Università è stata fondata sulla fama del suo dipartimento di Storia dell’Arte (stimato secondo nel paese per qualità di ricerca) e per le opportunità offerte agli studenti dalla nuova prestigiosa Biblioteca Raymond Burton per le Ricerche Umanistiche.

L’Ordine Carmelitano è stato per molto tempo patrono dello studio e delle arti creative. Uno dei più famosi artistici del Rinascimento Italiano, Filippo

Lippi, era un frate Carmelitano, e i reliquiari carmelitani in Inghilterra ospitano alcune delle più importanti sculture del XX secolo di Michael Clark e Adam Kossowski.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare:
Sig. Johan Bergstrom-Allen
Operatore Progettuale, Provincia Britannica dei Carmelitani
projects@carmelite.org


Incontro del Comitato Centrale dell’Institutum Carmelitanum

Il Comitato Centrale dell’Institutum Carmelitanum si incontrerà al CISA di Roma dal 20 al 22 Febbraio. Il tema più importante dell’ordine del giorno è la programmazione di una conferenza per il 2005 di studiosi che saranno invitati a presentare documenti sui vari aspetti della Regola di Sant’Alberto che saranno pubblicati in un libro prima dell’ottavo centenario della Regola che si celebrerà nel 2007. Il Comitato discuterà anche della necessità di incoraggiare uomini e donne Carmelitani a continuare gli Studi Carmelitani per avere degli studiosi che continuino l’opera che l’Institutum porta avanti da oltre mezzo secolo.

Altre notizie dell’Institutum riguardano P. Father David Waite della Provincia Britannica che ha presentato le dimissioni come bibliografo e bibliotecario dell’Institutum. Il ritorno di David alla sua Provincia ci lascia un grande vuoto da colmare. L’Institutum è molto grato a David per il duro lavoro che ha compiuto negli ultimi quattro anni.


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC  |  TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info