n. 2   aprile - giugno 2005
.


Cresce la fondazione in Camerun

Il nuovo studentato a Yaundé-Nkolbisson è stato benedetto e ufficialmente aperto durante una solenne celebrazione dal Vescovo in pensione di Bafia verso la fine di febbraio 2005. Pankraz Ribbert, al tempo Priore Provinciale della Provincia di Germania Inferiore ha benedetto le trenta stanze della nuova costruzione. Hanno partecipato alla celebrazione operai della costruzione, membri della Donum Dei, Laici Carmelitani e alcuni dei molti amici e sostenitori che i Carmelitani hanno acquistato durante la loro breve permanenza in Camerun.

Dedicato alla B. Vergine Maria del Monte Carmelo, "la prima pietra" della nuova costruzione era stato benedetta dal Priore Generale, Joseph Chalmers, il 19 marzo 2004. La presenza dei Carmelitani in Camerun è iniziata per l’interessamento dei membri del Commissariato Provinciale del Congo. Dopo le visite iniziate nel 1997 da Jean Marie D’Undji, Commissario di allora e una successiva visita del Carmelitano Congolese François Alirac, un gruppo di Camerunesi si è unito all’Ordine nel Congo.

Un tempo parte della colonia tedesca nell’Africa occidentale, il Camerun è diventato repubblica nel 1960. Il paese ha la forma di un triangolo allungato e fa da ponte fra l’Africa occidentale e l’Africa centrale. Paese che conta 15.2 milioni di abitanti, confina a nord con il Lago Chad, a est con il Chad e la Repubblica Centro Africana, a sud con la Repubblica del Congo, il Gabon e la Guinea equatoriale e a ovest con l’ansa del Biafra (sull’Oceano Atlantico) e con la Nigeria.

Quando il Vescovo di Mbalmayo ha chiesto la gestione di una Parrocchia come condizione sine qua non per il costituirsi del noviziato Carmelitano, i Carmelitani hanno preso la piccola parrocchia di s. Giuseppe a Efulan, cittadina di 3.000 abitanti. Efulan è approssimativamente 17 km a nord di Mbalmayo su una delle strade principali nazionali.

Nel mese di ottobre 2000 tre nuovi novizi del Camerun sono stati scelti per andare in Congo, ma non fu possibile raggiungere Bunia a causa della guerra civile nel Congo.

Nel marzo 2001 i Priori Provinciali di Germania Inferiore, d’Italia e il Commissario Provinciale del Congo si sono riuniti per decidere i particolari della fondazione. La fondazione è stata affidata alla Provincia di Germania Inferiore, mentre la Provincia Italiana si sarebbe presa cura della formazione.

Alla fine di giugno 2001, l’Arcivescovo di Yaundé ha dato il permesso di aprire lo studentato per gli allievi Camerunesi di filosofia e di teologia. Il mese dopo la Provincia di Germania Inferiore ha acquistato dieci ettari di terra a circa 1 km dalla parrocchia e vi ha costruito il noviziato.

Il 3 settembre 2001 è iniziata ufficialmente la prima Comunità di Carmelitani con due membri della Provincia Italiana e tre novizi. Sette giorni dopo sono arrivati tre pre-novizi del Commissariato Congolese. Nove giorni dopo tre membri neo-professi della nuova fondazione sono arrivati dal Congo.

Dal dicembre 2003 è stato inaugurato a Efulan un Centre de Santé (Centro di Salute) e nella prima metà di febbraio 2004 si è dato il via alla rivista "Flos Carmeli". Queste due iniziative consentono ai Carmelitani di raggiungere la gente di fuori e di diffondere la spiritualità carmelitana oltre l’ambiente della parrocchia.

La prima Comunità sta cercando faticosamente di diventare autonoma coltivando alberi da olio di palma e da banana e allevando maiali e polli (vedi articolo allegato sulla Società Little Flower – Irlanda UK).

Attualmente nella missione del Camerun ci sono: quattro presbiteri, un professo solenne dal Congo, quindi professi temporanei,quattro novizi e sei postulanti.

Il sito web della Provincia di Germania Inferiore: www.karmelitenorden.de

Fotos:

1) La nuova casa di studentato a Yaundé-Nkolbisson, Camerun, è stata inaugurata dal Vescovo emerito di Bafia nel Febbraio 2005. Questa missione della Provincia di Germania Inferiore, che continua a crescere, conta al momento trenta membri (foto di Germania Inferiore)

2) Alcuni dei partecipanti alla dedicazione della nuova casa di studentato in Camerun. Fr. Ubaldo Pani, Superiore locale, ha scritto che la nuova casa, situata su una collina visibile in tutta la zona, è chiamata a testimoniare a tutti la vita religiosa (foto della Provincia di Germania Inferiore).


La società Little Flower ai autofinanzia
Nuova costruzione nelle missioni

La generosità dei membri della Società Little Flower in Irlanda e nel Regno Unito ha fornito i finanziamenti iniziali per i progetti che permetteranno alle missioni di diventare finanziariamente autosufficienti.

In Camerun la Società ha costituito un fondo per l’acquisto di cinquecento galline e di cento alberi da olio di palma. Mentre gli alberi metteranno del tempo per svilupparsi e crescere, le galline hanno già cominciato produrre. Non è stata una cosa facile però per loro.

Dice il Priore Generale, Joseph Chalmers: "Ho imparato che i pulcini devono sentirsi a casa prima di fare le uova. Per diversi abbiamo pensato che le nostre galline fossero in sciopero! Siamo andati a cercare le uova e siamo venuti via con niente"

In occasione della cerimonia inaugurale del nuovo monastero di monache carmelitane in Kenia, il Vescovo locale ha donato dieci capre per i festeggiamenti che hanno seguito la Messa.

I membri della Società hanno anche sostenuto la costruzione di una casa di noviziato a Timor Est. Dice il Priore Generale: "È un paese estremamente povero, ma la vita Carmelitana sta fiorendo"

Il Priore Generale segnala un cambiamento tanto atteso delle galline del Camerun! "Le galline ora si sentono parte della missione carmelitana e fanno la loro parte per alimentare i giovani carmelitani. Il resto delle uova si vende e possiamo dire che la gente del posto apprezza le galline carmelitane".


Il Commissariato delle Antille ha celebrato la sua Assemblea annuale

Dal 24 al 27 gennaio 2005 si è celebrata l’Assemblea dei Carmelitani del Commissariato delle Antille nel Santuario di Shoenstatt a Cabo Rojo, Puerto Rico. Presenti il P. David Oliver e la maggior parte dei professi solenni del Commissariato.

Come preparazione al Capitolo Provinciale le riflessioni e i lavori si sono concentrati sul documento della Commissione Preparatoria, presentato da ogni Provinciale della Regione Iberica. Dall’anilisi della realtà del Commissariato è emerso: la situazione delle comunità, i lavori fatti, la partecipazione dei laici, il rinnovamento della pastorale vocazionale. Si è cercato di studiare un progetto provinciale che formuli l’identità carmelitana come luogo da cui le commissioni pastorali possano attingere per rinnovare la vita delle comunità

Ogni responsabile dei vari lavori dell’Assemblea e i priori hanno presentato una relazione degli ultimi tre anni. In ultimo il P. Tomás Ciscar, Commissario delle Antille ha dato una visione delle comunità durante questi anni, ha ricordato i religiosi defunti nel triennio e ha ringraziato tutti per il lavoro svolto. Ha poi segnalato alcune difficoltà incontrate. Tra gli ostacoli maggiori l’individualismo crescente che rende difficile la vita comunitaria e tra i dati più dati più significativi, la disponibilità dei fratelli di fronte agli imprevisti e alle difficoltà.

Mons. Ulisse Casiano, Vescovo di Mayagüez, ha condiviso la cena del 26 con tutti i religiosi. La sua presenza, che ormai è tradizionale fra noi, è sempre per tutti motivo di gioia.

Sono stati giorni di fraternità, di incontro con il Signore e con i fratelli.

David Oliver, O. Carm.
Priore Provinciale

Sito web della Provincia Arago Valentina: www.carmelitasav.org


Il Priore Generale parla alla Famiglia Carmelitana di Madre Crocifissa

Joseph Chalmers, Priore Generale dell’Ordine, ha inviato ai membri della Famiglia Carmelitana una lettera sulla vita di Madre Crocifissa intitolata "Far rifiorire il Carmelo oggi"; la lettera vuole essere la sua riflessione sul significato della vita di Madre Crocifissa per i Carmelitani oggi.

Scrive fr. Joseph: "In vista della prossima beatificazione di Madre Maria Crocifissa Curcio, fondatrice delle Suore Carmelitane Missionarie di Santa Teresa del Bambino Gesù, desidero condividere con l’intera famiglia Carmelitana alcune ricchezze spirituali di questa nostra sorella".

La beatificazione di Madre Crocifissa doveva essere celebrata in Piazza s. Pietro il 24 aprile 2005, ma per la morte del Papa Giovanni Paolo II sono state annullate e rinviate tutte le celebrazioni in programma. Il 24 aprile a S. Pietro è stata celebrata l’inaugurazione del pontificato del nuovo Papa, Benedetto XVI.

"Mi sono reso conto di sapere ben poco di Madre Crocifissa. Ma dopo averne letto una biografia, mi sono convinto che è una vera mistica", ha detto il Priore Generale. "La sua vita quotidiana può essere di grande ispirazione per tutti noi che viviamo la vocazione carmelitana".

Insieme a un grande amore e una profonda conoscenza della spiritualità carmelitana, Madre Crocifissa ha avuto una forte esperienza della presenza di Dio. Scrive fr. Joseph nella sua lettera: "Emerge dagli scritti di M. Crocifissa che ella gustò in qualche modo nel proprio cuore e sperimentò nella propria mente la potenza della divina presenza e la dolcezza della gloria celeste "

Terziaria carmelitana fin da giovanissima, Madre Crocifissa trovò sostegno per la sua crescita spirituale dalle laiche carmelitane. Cominciò a sentire la sua vocazione "di rinvigorire il Carmelo nella nostra terra [Italia] e in molte altre".

La Congregazione delle Suore Carmelitane Missionarie di Santa Teresa del Bambino Gesù oggi opera in Italia, Tanzania, Brasile, Canada, Malta, Filippine e Romania. La sua sede è appena fuori Roma, a Santa Marinella, Italia. Conta circa trecento membri. Fondata il 3 luglio 1925, fu aggregata all’Ordine Carmelitano due settimane dopo, il 16 luglio, festività della Vergine Maria del Monte Carmelo.

Non appena sarà resa nota la nuova data per la beatificazione di Madre Crocifissa, sarà pubblicata sul sito web della Congregazione e comunicata tramite il CITOC-online.

Il sito web per la beatificazione di Madre Crocifissa: www.madrecrocifissa.org

La Lettera del Priore Generale sulla Madre Crocifissa è disponibile sul sito: carmelitani.info


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC  |  TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info