n. 2   aprile - giugno 2005
.


Tsunami: aiuti arrivati dalle varie parti del mondo

Molti Carmelitani e vari servizi dell’Ordine hanno aiutato le zone dell’Asia colpite dallo tsunami il 26 dicembre 2004.

L’organizzazione Global Network for Justice, facente parte della ONG Carmelitana, ha inviato 220.000 dollari per le vittime. La Curia Generalizia dei Carmelitani di Roma ha ricevuto offerte che ammontano a più di 200.000,00 euro da molte Province, dai Monasteri come pure da organizzazioni e servizi carmelitani. Altri aiuti sono giunti dall’ufficio delle Missioni carmelitane.

All’incontro della ONG Carmelitana nella Regione Asiatica tenutosi in febbraio, Antonius Paryanto, O. Carm., che ha visitato l’area più duramente colpita in qualità di appartenente al team di aiuti, ha informato gli altri componenti sul lavoro e sulle necessità per il prossimo futuro. Marcus Pantja, O. Carm., collabora con la Humanitarian Volunteer Network.

Il 19 gennaio 2005, Yulius Sudarnoto ha inviato una prima comunicazione sulla situazione incontrata all’arrivo sul posto dei: "La situazione è catastrofica. Ci sono cadaveri dappertutto. Ancora si verificano scosse di assestamento del terremoto. Vi prego di trasmettere richiesta di aiuto a tutti quelli che conoscete".

Fr. Yulius che spende la maggior parte dei suoi giorni di lavoro insieme a cinquanta studenti di teologia di Malang ha fondato egli stesso il Comitato Carmelitano Indonesiano di Sostegno. È stato programmato da una parte di aiutare le vittime dello tsunami nell’isola indonesiana di Sumatra dove oltre 100.000 persone hanno perduto la vita e dall’altro di aiutare coloro che hanno perduto la casa e quanto possedevano.

Il primo obiettivo è l’assistenza a breve termine concentrata sul fornire personale e rifornimenti alle cinque parrocchie carmelitane e a due comunità di suore in e attorno a Medan, capitale di Sumatra. Molti dei colpiti dallo tsunami più a nord si sono spostati a Medan. È costante la necessità di cibo, acqua, vestiti, medicine e alloggi. Le parrocchie carmelitane e le comunità di Suore carmelitane stanno provvedendo a queste necessità.

L’obiettivo più a lungo termine è di aiutare la ricostruzione nell’area di Sumatra che è stata devastata. Visto che molti tra gli studenti carmelitani provengono dall’isola e parlano la lingua locale, nei mesi estivi aiuteranno nella ricostruzione delle case e dei negozi. Nessun morto o ferito è stato segnalato fra i Carmelitani, ma molte delle loro famiglie hanno perduto la casa.

La Global Network for Justice ha specificato che le offerte saranno destinate a scopi specifici. Fra questi: l’acquisto di pescherecci per i pescatori che, perdendo le loro barche, non hanno mezzi per vivere. I fondi monetari saranno utilizzati anche per riparare le reti da pesca. Altro scopo: concimare nelle fattorie. Non ultimo: proteggere dagli insetti i bambini quando dormono.

La Provincia Indonesiana ha costituito un Commissariato Cooperativo del Nord-Sumatra. Coordinatore dell’impresa è Simon Rande, O.Carm, mentre Vitalis Tribeno Yuwono, O.Carm., sarà l’economo; gli altri membri saranno Karel Tola, O.Carm. e Peter Nolaskus, O.Carm.; Antonius Paryanto, O.Carm. farà da coordinatore esterno.

Molte organizzazioni Carmelitane hanno lavorato insieme per permettere alla Provincia Indonesiana di portare avanti i suoi obiettivi a breve e lungo termine. La ONG Carmelitana, sebbene priva di risorse economiche, ha svolto la funzione di canale operativo perché i fondi significativi andassero direttamente ai Carmelitani che lavorano nella zona colpita. L’ufficio delle Missioni Carmelitane della Provincia PCM ha diretto gli aiuti attraverso il Comitato Carmelitano Indonesiano di Sostegno. Karit-España, la NGO delle Province Carmelitane della penisola iberica, ha informato i suoi membri attraverso un notiziario creato appositamente per diffondere la notizia. La Curia ha inviato fondi monetari sia in India che in Indonesia.

Aceh, che ha ricevuto una significativa copertura, è la città dove i Carmelitani Dionisio e Redento, riconosciuti "beati" dalla Chiesa, furono martirizzati nel 1638.

Foto:

1) Fra’ Antonius Paryanta, O. Carm., della Provincia Indonesiana (sulla destra) insieme a una famiglia nella tenda che funge da abitazione, dopo lo tsunami del 26 Dicembre 2004.

2) Per ricostruire l’attività della pesca nella zona dello tsunami, fra’ Antonio (sulla destra) ispeziona le navi e le stive in costruzione. Le donazioni permetteranno di acquistare delle imbarcazioni per i pescatori che potranno tornare a lavorare (foto della Provincia Indonesiana).


Incontri ONG Carmelitana in Asia per migliorare la rete

Quindici membri della Famiglia Carmelitana in Asia si sono riuniti per confrontarsi sulla ONG Carmelitana. L’incontro ha avuto luogo nella Casa per Ritiri di Putri Karmel e dei Frati Carmelitani di Sant’Elia (CSE) a Cikanyere in Indonesia. Sono stati rappresentati il Putri Karmel (2), la Provincia Carmelitana Indonesiana (5), le Hermanas Carmelitas (1), i Frati CSE (3), i Carmelitani del Commissariato Generale Filippino (1) e tre membri della ONG Carmelitana.

Durante le prime sessioni si è curata la presentazione dei servizi di ogni gruppo in modo da avere tutti la stessa comprensione di quello che i Carmelitani e le Congregazioni affiliate fanno nella regione Asiatica per promuovere i valori del Vangelo. Attenzione particolare è stata data ai temi della giustizia, della pace e della custodia del creato e alla promozione dei valori del Vangelo.

Nelle sessioni successive è stata data al gruppo l’opportunità di approfondire cosa sia ONG affiliata alle Nazioni Unite per dissipare alcune incomprensioni. Questo ha comportato delle esplicazioni concrete sul come la ONG Carmelitana è legata e interagisce con i vari enti delle Nazioni Unite come anche con le altre ONG affiliate.

L’ultimo giorno si è cercato di vedere il beneficio che viene ai vari enti carmelitani collegati e operanti con la ONG Carmelitana. Alla fine, i rappresentanti della ONG hanno proposto di favorire un incontro professionalmente agevolato, tenuto dalle parti interessate della Famiglia Carmelitana in Indonesia, per ricordare le preoccupazioni e sviluppare strategie in tema di: (1) lavorare con una burocrazia ostile e (2) potenziare le capacità assertive.

Le linee di questa programmazione sono state presentate a tutto il gruppo che ha sottoscritto il tutto nel corso di una liturgia conclusiva molto toccante.

È stata resa disponibile la relazione annuale 2004 ONG Carmelitana alle Nazioni Unite. Nel tempo di pausa tra le vari riunioni sono state mostrate alcune riprese del Carmelitano indonesiano Antonius Paryanto che partecipa agli sforzi di sostegno per lo tsunami. Sono stati messi a disposizione anche gli album delle foto degli aiuti per il disastro.

Rappresentavano la ONG Carmelitana Helen Ojario e Jane Remson, membri della Congregazione di Nostra Signora del Monte Carmelo a New Orleans, LA, e William J. Harry, membro del Consiglio Generale e rappresentante dell’Ordine alla ONG Carmelitana.

Sito web del ONG Carmelitana: carmelitani.info/ong

Foto:

1) Antonius Paryanta spiega un'idea a Lucia Widhi e Hele Ojario (CITOC foto)

2) Participanti all’incontro della ONG carmelitano nella Regione Asiatica a Lemah Karmel. Da sinistra a destra: Dedy Purnawan, Bernard Roosendaal, Lucia Widhi, Hariawan Adji, Sr. Angelica, Johannes Indrakasuma, William Harry, Sr. Scholastica, Helen Ojario, Jane Remson, Fr. Dionisius, Fr. Antonius, Eko Putranto, Siriakus, e Antonius Paryanta. (CITOC foto).


È stata celebrata con una benedizione e un festoso raduno l’apertura della dodicesima libreria dei Carmelitani nella Repubblica Ceca il 6 aprile 2005.

Nella foto, Jan Fatka, O. Carm., Direttore della Karmelitanske Nakladatelstvi, la Casa Editrice carmelitana nella Repubblica Ceca, con il personale e quanti hanno partecipato all’evento. William J. Harry, O. Carm. Consigliere Generale per l’area settentrionale e centrale d’Europa e Direttore delle Comunicazioni per l’Ordine ha parlato brevemente ai presenti per l’occasione (foto CITOC)


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC  |  TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info