n. 2   aprile - giugno 2004
.


La Settimana Santa nella Spagna meridionale e particolarità carmelitane

La Settimana Santa con le Hermanidades

            In Andalusia, le "Hermandades" continuano ad avere una grande importanza culturale, per il vasto numero e per il significativo ruolo sociologico.

Sono principalmente associazioni per il culto religioso e per onorare, nelle chiese o nelle processioni, il Santissimo Sacramento, un particolare momento nella Passione di Gesù, la croce come simbolo centrale della Cristianità o Maria come madre della sofferenza, o un particolare santo.

Nei secoli, tali associazioni hanno anche dato aiuto ai bisognosi non facendo mancare il sostegno spirituale oltre che provvedendo materialmente alle loro necessità.

Le Confraternite che sfilano nelle strade durante la Settimana Santa sono chiamate le "Confraternite di Nazarenos" o "Fratellanze di Penitenza". Alcune "Hermandades" a Siviglia, il centro di questa popolare espressione religiosa in Spagna, sono state fondate recentemente, negli anni Cinquanta, ma la maggior parte risale al XVI secolo. "El Silencio" fu fondata nel 1340 e oggi conta circa 850 Nazarenos, i membri anonimi di una confraternita identificabile da abiti distintivi e da volti coperti. Alcune confraternite arrivano a 2.000 Nazarenos, ma la maggior parte conta da 700 a 1.000 membri.

I Carmelitani e le Confraternite

Oggi i Carmelitani continuano ad avere legami con le confraternite a Jerez, Osuna, Antequera (nell’Antica Chiesa dei Carmelitani) e a Granada. A Siviglia i Carmelitani hanno fondato molte delle fratellanze.

Nel XVI secolo, la Quinta Angustia era affiliata alla "Grande Casa del Carmine" a Siviglia. Ora nella parrocchia di S. Maria Maddalena, la Confraternita prosegue la sua processione nelle strade ogni Giovedì Santo con circa 480 Nazarenos e 46 costaleros che portano il paso. La figura di Cristo è stata creata da Pedro Roldán nel 1659: la figura di Maria è stata completata da Vicente Rodriquez-Caso nel 1934.

Tra le altre Confraternite fondate dai Carmelitani a Siviglia si trovano la Solidad de San Lorenzo, La Penas de San Vicente e Las Siete Palabras.

San Lorenzo, risalente al XVI secolo, ha 700 Nazarenos e svolge una processione il Sabato Santo. È stata fondata dai Domenicani ma si è trasferita nel monastero Carmelitano nel 1575, dove è rimasta per due secoli. Le figure risalgono alla fine del XVI secolo e sono portate da 41 costaleros.

La processione di Las Penas, il lunedì della Settimana Santa, ha due "pasos" o scene, 600 Nazarenos e dura circa cinque ore.

Il mercoledì della Settimana Santa, Las Siete Palabras, fondata nel XVI secolo dai Carmelitani fa la sua processione con tre diverse scene. Alla processione di sei ore partecipano circa 500 Nazarenos.

Nelle prime ore del mattino del Venerdì Santo partono sei processioni, la prima lascia la chiesa 30 minuti dopo la mezzanotte. Altre sette processioni si svolgono nel tardo pomeriggio e durante la notte. In altri giorni ben nove processioni passeranno attraverso i diversi quartieri di Siviglia in un solenne miscuglio di devozione religiosa e di orgoglio civico.


Sr Purificación Muñoz Aranda, O. Carm.
Ricamatrice delle Confraternite di Antequera, Spagna

Gli eleganti ricami delle confraternite nel sud della Spagna sono strettamente collegati ai monasteri di clausura della Spagna meridionale. Uno di questi è il monastero carmelitano dell’Incarnación ad Antequera, Spagna, dove Sr Purificación Muñoz Aranda ha lavorato duro per le confraternite locali, in particolare negli anni ’70 e ‘80.

Sr Purificación, nata a Cuevas Bajas, ha sentito la chiamata di Dio all’età di 22 anni, entrando nel monastero di Antequera, dove si è fermata nel 1945.

Insieme alla sua vocazione di preghiera e contemplazione, Sr Purificación ha iniziato a creare abiti per le statue religiose del monastero, sviluppando l’abilità appresa dalla madre: "Ricordo come mia madre vestiva le statue della nostra piccola città nel periodo tra le guerre, quando le Chiese erano state distrutte. Da lì è nato il mio dono per il ricamo che ho potuto sviluppare nel monastero di Antequerra."

Sono molti i lavori da lei fatti per le confraternite.

La Confraternita di José Villalón Ramirez le ha commissionato di cucire la cappa di velluto verde di Nostra Signora ancora oggi usata nella processione della Virgen de la Consolación y Esperanza (Vergine della Consolazione e della Speranza). "Ricordo che Don José ci fece cucire il mantello. Chiese di farlo poco per volta perché c’erano pochi soldi per queste cose. Quindi dal 1972 al 1986 abbiamo cucito il mantello."

Sr Purificación e le sue sorelle nel monastero hanno utilizzato cose vecchie per creare nuove opere.

"Come ricordo bene quegli anni! Era la metà degli anni ‘80, quando uno dei membri della confraternita venne e chiese che usassimo il ricamo del baldacchino realizzato dalla famiglia Muñoz Rojas. Si era molto deteriorato ma lo abbiamo sistemato su velluto nuovo e viene usato il lunedì della Settimana Santa fin dal 1987. Quelli erano anni di strette relazioni con le carissime confraternite che amo fervidamente".

"Per il martedì della Settimana Santa, ho ricamato in oro la lunga tunica rossa in velluto che si vede nella processione della "Virgen de la Piedad" (Nostra Signora della Pietà). Ho anche ricamato lo scudo della confraternita sul mantello, cucito dalle religiose di Santa Cantalina. Ho anche fatto la tunica del presidente della Confraternita di José Luis Vidaurreta dietro sua richiesta personale. Naturalmente egli occupa un posto di rilievo nella processione della "Virgen de la Paz" (Nostra Signora della Pace)."

Ha anche ricamato gli stendardi per il paese di Archidona (un paese vicino Antequera) e realizzato un infinito numero di abiti per le piccole immagini dei dintorni di Antequera, in particolare per quelle del suo monastero.

Sr Purificación e il suo lavoro sono stati riportati in un libro realizzato dalla Confraternita per commemorare la Settimana Santa di quest’anno. Si legge: "Ecco un piccolo omaggio a una donna, una religiosa, la cui preghiera si è convertita in cucito per le nostre immagini mariane".

 


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC  |  TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info