n. 2   aprile - giugno 2003
 


L'Istituto carmelitano negli USA ha celebrato il decimo anniversario

Cinque Provinciali Carmelitani e Carmelitani Scalzi si erano incontrati a metà Aprile 1993 per costituire ufficialmente l’Istituto Carmelitano negli Stati Uniti d’America. Era il tentativo di una fattiva collaborazione fra i due rami della Famiglia Carmelitana e avrebbe incluso uomini, monache e laici carmelitani.

"L’Istituto ha iniziato con entusiasmo e con un progetto … le possibilità erano molte e la strada davanti aperta" ha detto Mary Rodriguez-Harrington, O.C.D.S, Segretaria Esecutiva dell’Istituto. "Guardando indietro ai primi dieci anni, riconosco la generosità di quanti si sono messi insieme per creare programmi di qualità."

Attualmente l’Istituto offre una grande quantità di risorse ai Carmelitani di tutto il mondo. Il Programma di Studi Carmelitani, affiliato all’Unione Teologica di Washington, offre corsi con crediti in un’ampia gammi di programmi carmelitani. Il programma di Formazione a distanza ha dato la possibilità di studiare tematiche carmelitane a studenti di venti paesi. Il programma residenziale ha raccolti studenti di estrazione e cultura varia.

L’Istituto inoltre fornisce una varietà di risorse su video e audiocassette. Sono stati pubblicati quattro testi e si sono tenuti tre congressi con buona frequenza.

"Tre anni fa siamo cresciuti con due staff a tempo pieno, ma ancora oggi contiamo sulla bontà di volontari e amici per compiere il lavoro necessario affinché i nostri progetti procedano bene" ha detto Mary. "Spero che la tradizione carmelitana parli ai nostri tempi travagliati ancora per molti decenni a venire."

Il sito web dell’Istituto Carmelitano (USA) è www.carmeliteinstitute.org


Un nuovo programma carmelitano per il "Lumen Christi"

Un nuovo programma di Studi Carmelitani è stato avviato sotto gli auspici dell’Istituto Lumen Christi a Chicago, Illinois (USA). Al fine di "promuovere una più profonda comprensione della tradizione intellettuale carmelitana" e "di rendere la tradizione carmelitana disponibile agli studiosi e ai teologi della Chiesa," l’Istituto ha iniziato a lavoraree con la Provincia di Washington dei Carmelitani Scalzi. Michael Dodd, OCD, è il primo Direttore del programma degli Studi Carmelitani. L’evento inaugurale del programma si è tenuto lo scorso 9 Novembre presso l’Università di Chicago in una giornata seminariale sulla poesia di Giovanni della Croce.

Alcune delle attività pianificate per il futuro includono una conferenza annuale, un simposio di studiosi, letture occasionali, conferenze pastorali, eventi liturgici, ritiri di studio, e pellegrinaggi, tutti incentrati su tematiche carmelitane.

In accordo con Steven Payne, OCD: "L’Istituto Lumen Christi è fortunato ad avere entrambe le famiglie O.Carm. e OCD così fortemente rappresentate nell’area di Chicago. Questo fatto potrebbe garantire risorse preziose ed una significativa audience per ciò che offre il Carmelo.

L’Istituto Lumen Christi è stato fondato nel 1997 dagli studiosi cattolici dell’Università di Chicago. Scopo dell’Istituto è promuovere il dialogo con le università contemporanee pur rimanendo fedele all’insegnamento e alla tradizione della Chiesa. Fra le sue tante attività, il Lumen Christi ha organizzato un Programma Regionale nell’Insegnamento Cattolico (Scholarship), ha ospitato vari simposi di scienza e religione, ha sponsorizzato la serie Yves Simon Lecture e ha scelto tra gli studiosi in visita alcuni per insegnare in un "Programma congiunto nella arti liberali e la tradizione cattolica."

Il sito web per il programma di Studi Carmelitani dell’Istituto Lumen Christi è: www.lumenchristi.org/carmelite_studies.html




I partecipanti al Corso di Formazione Permanente
: "Il ruolo del Priore nella Comunità carmelitana", colgono l’opportunità di fare una foto durante la loro visita alla Curia Generalizia. Il corso si è svolto nella Domus Carmelitana, dal 29 Gennaio al 14 Febbraio 2003 con un totale di ventuno Carmelitani. Il corso ha ricevuto un alto indice di soddisfazione per il materiale presentato, la metodologia usata e l’ospitalità. (CITOC Foto - 2003)

Le informazioni circa le presentazioni date durante il corso sono disponibili in: www.carmelitani.info/formazione
 


Il Papa premia un Carmelitano "Pro Ecclesia et Pontifice"

Il vescovo di Mayagüez, Ulises Casiano Vargas, ha chiesto il riconoscimento del Vicario Pastorale della sua diocesi, il Carmelitano Rogelio Mur. Una pergamena arrivata da Roma designa che Fr. Mur ha ricevuto il titolo "Pro Ecclesia et Pontifice" da Papa Giovanni Paolo II il 19 Gennaio 2002.

Fr. Mur è nato in Spagna nel 1932. Tre anni dopo la sua Ordinazione avvenuta nel 1956, fu mandato a Porto Rico, dove, tra altri lavori egli divenne nel corso degli anni, coadiutore e parroco di numerose parrocchie. Attualmente egli è il Vicario Pastorale della Diocesi di Mayagüez e membro della Giunta dei Sindaci dell’Ospedale Concepción.

Ha servito l’Ordine sia come Superiore locale, sia come Superiore regionale delle Antille, e sia come Delegato delle monache Carmelitane.


La presenza carmelitana a Kamp-Lintfort, Germania, si estingue dopo 48 anni

Dopo molte discussioni e dibattiti tenutisi durante gli ultimi mesi, ne novembre del 2002 si è estinta la presenza della Provincia della Germania inferiore a Kamp-Lintfort. In una Messa celebrata il 3 Novembre, Il Vescovo Ausiliario di Monaco, Heinrich Janssen, ha ringraziato i Carmelitani per il servizio reso a Kamp-Lintfort così come in altre parrocchie presenti in zona.

Originariamente sede di un grande monastero Cistercense, i Carmelitani hanno abitato uno degli edifici che rimane da quel tempo.

Per molti anni il noviziato della Provincia della Germania inferiroe si teneva a Kloster Kamp poiché era la sede Provinciale. Da lì veniva anche redatta la rivista "Karmel-Simmen". A pochi passi la Casa di Ritiri, sempre carmelitana: "La casa di Edith Stein"


Sessione plenaria del Consiglio Generale

Il Consiglio Generale dell’Ordine si è riunito a Roma dal 1° all’11 Marzo 2003. Era includso in questa sessione un momento di preghiera e di riflessione il mercoledì delle ceneri.

Sono stati approvati gli statuti degli Eremiti Carmelitani di Christoval, Texas, dopo la loro incorporazione all’Ordine il 9 Novembre 2002. C’è stata inoltre da parte del Consiglio una discussione con approvazione finale della Regola per i Laici Carmelitani, passo ulteriore per l’approvazione definitiva.

Ci sono stati due grandi gathering di Carmelitani a Rome. Verso la fine di gennaio e l’inizio di febbraio, si è svolto alla Domus Carmelitana un incontro per la Formazione Permanente dei Priori. È seguita subito dopo l’incontro delle Monache Carmelitane sulla Ratio. Il Consiglio Generale ha rivisto le proposte di entrambi gli incontri e le tappe future.

Il Procuratore Generale ha presentato vari argomenti. Ha informato inoltre sul lavoro della Commissione per il Governo. L’Economo Generale anche ha presentato diversi temi di discussione.

Sono state insieme programmate alcune future celebrazioni: nel 2007 l’anniversario di S. Maria Maddalena de’ Pazzi nel 2007, l’anniversario di S. Alberto di Sicilia, l’VIII centenario della Regola e nel 2004 il Congresso sul Carisma e la Parrocchia. Ci si è soffermati maggiormente sulla programmazione del XV Consiglio delle Province che avrà luogo in Settembre a Fatima, Portogallo.

I membri del Consiglio hanno anche discusso sui vari incontri che ci sono stati dall’ultima sessione di Dicembre. Il Priore Generale, Joseph Chalmers, e Rafael Leiva, Consigliere Generale per la regione Mediterranea hanno avuto la visita canonica nella Provincia di Malta e nelle case di Francia soggette al Priore Generale. Diversi incontri ci sono stati nell’America Latina, a Carribean e a Rome. Si sono avuti anche aggiornamenti sul lavoro dell’Institutum Carmelitanum e delle Edizioni Carmelitane a Rome come anche il programma per migliorare le comunicazioni nell’Ordine.

Circa le varie date fissate per il calendario 2004, incluse le date per gli incontri del Consiglio Generale, si è deciso di aumentare le sessioni plenarie per dare più tempo di pianificare a lungo termine e diccutere più approfonditamente alcune tematiche.

È possibile trovarle nel sito web del Consiglio Generale: www. carmelitani.info/consigliogenerale


Incontro per le strategie di diffusione del materiale carmelitano

Un colloquio per esaminare le strategie di sviluppo della diffusione del materiale carmelitano nel Nord America si è tenuto a Whitefriars Hall in Washington, DC (USA) dal 12 al 13 Marzo 2003.

Tredici persone hanno partecipato ai due giorni che ha individuato i problemi e le opportunità per la vendita al pubblico del Nord America del materiale carmelitano. È stata anche un’occasione per quanti sono coinvolti nella produzione, nel marketing e nella vendita in rete.

Erano presenti Joseph Chalmers, O. Carm., Priore Generale e William J. Harry, O. Carm., Consigliere Generale e responsabile nell’Ordine della Cultura e Comunicazioni.

Ha detto Fr. William: "Questo è uno sforzo eccellente di collegamento per le Edizioni Carmelitane, nostra casa editrice di Roma, con gli sforzi editoriale dell’Ordine negli USA e in Canada. È un vantaggio per tutti lavorare insieme per mettere a disposizione di un pubblico più esteso la produzione carmelitana."

Durante l’incontro hanno informato i partecipanti il Rev. Lawrence Boadt, C.S.P., Editore delle Paoline, e Sr.

Roberta Hummel, F.S.P., Direttore di Marketing per i Libri e i Media delle Paoline. E inoltre Sr. Roberta McKelvie, O.S.F., Direttore Esecutivo dell’Istituto Francescano, NY e Ms. Claudia Carlsen, Direttore del Deposito del Libro del Centro Spirituale del Monte Carmelo di Niagara Falls, Ontario, Canada.

L’evento è stato sponsorizzato da Louis Herman e Susan Hamilton Rogge Fund.


Durante un break nel Colloquio di Pubblicazione.
Scambio di idee tra il Priore Generale, Joseph Chalmers, e Sr Roberta Hummel delle Paoline libri e media come Hein Bloomstein della Provincia Olandese e Patricia O’Callaghan della Biblioteca carmelitana di Washington CITOC – 2003
 

Fondazione del Donum Dei a Siviglia

La famiglia missionaria "Donum Dei", su richiesta dell’Arcivescovo, fonderà una casa a Siviglia, Spagna. Il loro ministero userà la nuova Casa del Clero diocesano. Si spera che la fondazione inizi ad essere operativa alla fine di Aprile 2003.

"Il nostro fondatore ha sognato spesso di iniziare una fondazione in Spagna," ha detto Marie Josephe Perriot, Responsabile Generale della Famiglia Donum Dei. "A ciò che è stato fatto è stato semplice dire ‘Sì’ dal momento che questa opportunità è stata resa possibile grazie alla presenza di tanti uomini e donne carmelitani in Spagna e dal loro sostegno per noi."

L’Arcivescovo di Siviglia, Mons. Carlos Amigo Vallejo, OFM, si è rivolto alla Donum Dei su consiglio delle monache carmelitane di Siviglia nell’Agosto 2002. Marie Josephe Perriot ha visitato Siviglia insieme con Fr. Rafael Leiva Sanchez, O. Carm., Consigliere Generale della regione Mediterranea, e Suzanne Zabramba, Consigliere Generale della Donum Dei.

La Casa del Clero è nuova. C’è una casa separata per le tre del Donum Dei che lavoreranno qui.


È stata visitata la missione maltese della Bolivia

Fr. Rafael Leiva Sanchez, O. Carm., Consigliere Regionale della Regione Mediterranea, ha visitato la Missione Maltese in Bolivia dal 20 al 23 Gennaio 2003. Si è incontrato anche con l’Arcivescovo de La Paz.

A La Paz, la capitale, che si trova a 4500 metri di altezza sul livello del mare, ci sono tre Carmelitani. Due di loro, Germán Mamani Condori e Milton Murillo Ortíz, sono nativi della Bolivia. Il terzo membro della comunità, Valeriano Marcieca, è maltese. La Parrocchia da loro amministrata ha più di 90000 fedeli. Sono state date ai Carmelitani anche altre due Parrocchie, anche se attualmente sono amministrate da preti diocesani.

Le Sorelle Carmelitane di Madre Candelaria hanno di recente aperto una casa in una zona più elevata della Parrocchia di Fatima a La Paz. Insieme con un prete spagnolo dirigono una scuola per bambini e lavorano con le persone della zona.

Quattro Carmelitani, Eduardus Vella, Albert Brincat, George Keers, e Garvin Grech, tutti provenienti da Malta, hanno fondato la comunità a Tarija. Albert Brincat è il Vicario Generale della diocesi. Un quinto Carmelitano maltese, Joseph Farrugia, vive e lavora a La Concepción.

C’è buona speranza di avere più contatto con gli altri Carmelitani del Sud America. Durante il loro diaconato, i due Carmelitani boliviani hanno vissuto e svolto il loro ministero in Perù. Hanno fatto il noviziato in Brasile.


La Delegazione generale "Tito Brandsma" in Colombia tiene il secondo incontro capitolare annuale

Dal 5 al 10 Gennaio 2003 la Delegazione Generale "Tito Brandsma" in Colombia (DTB) ha celebrato il suo secondo Incontro Capitolare nella città di Medellín nella Casa di Ritiri, Il Tabor, che le Sorelle Missionarie della Madre Laura hanno messo a disposizione.

Il tema scelto per questo incontro e per la riflessione nel DTB durante il 2003 è stato: "La povertà di Dio presente nella debolezza di ogni piccolo Carmelo che vive la sua missione in mdsezzo alla difficoltà che la circondano".

Circa quaranta Fratelli e Sorelle dei piccoli Carmeli che costituiscono la Delegazione provengono da diversi luoghi del paese per studiare in profondità gli aspetti della nostra vita nel Carmelo all’interno della DTB e per formare gruppi di decisione.

Carlos Mesters, Consigliere Generale per l’America Latina, ci ha accompagnato e ha presieduto l’Eucaristia dell’8 gennaio quando abbiamo celebrato il compleanno di Javier, Fratello Consecrato del DTB, il battesimo di Daniela, figlia di Alicia e Dagoberto e l’impegno formale nel Carmelo di 30 Fratelli e Sorelle della nostra Delegazione Generale "Tito Brandsma".

Il DTB celebra un Incontro Capitolare ogni anno e il Capitolo nella Famiglia Carmelitana ogni tre anni.

Hugo J. Canavan, O.Carm.
Casa Missionaria Monte Carmelo


Approvata dal Consiglio Generale e il Vaticano la Regola del Terz' Ordine

Come la Regola carmelitana e la lettera agli Ebrei, la nuova Regola dei Laici carmelitani inizia dicendo: "Molte volte e in diversi modi." Pur volendo descrivere una vita consacrata a Cristo, questa citazione riassume il lungo processo di sviluppo della Regola del Terz’Ordine.

Con un’ultima revisione, sezione per sezione, il Consiglio Generale all’unanimità ha approvato il documento della sessione plenaria di Febbraio. Il documento è stato approvato nel mese di aprile dalla Congregazione Vaticana. Attualmente è solo in italiano. Sarà tradotto e stampato nelle varie lingue. Sarà promulgato l’8 Dicembre 2003.

Joseph Chalmers, Priore Generale, ha detto: "Come le Costituzioni dei frati, questa Regola del Terz’Ordine traduci in particolari concreti la Regola di sant’Alberto che è il documento fondamentale di ispirirazione per tutti i Carmelitani. Siamo davvero felici che dopo anni di studio e di riflessione, il Consiglio Generale possa approvarlo".

Interrogato su cosa significherà per i singoli, il Priore Generale così si è espresso: "Ogni laico carmelitano troverà molto utile la Regola. I cappellani delle singole comunità la utilizzeranno per aiutare le comunità a svilupparsi e maturare".


 

 
Dopo la Cerimonia di incorporazione e la Professione, la Comunità delle eremite di Monteluro, Italia, posa con Joseph Chalmers, Priore Generale, Carlo Cicconetti, Vice Generale, Rafael Leiva, Consigliere per la Regione Mediterranea, e Josef Jancar, Procuratore Generale.

Cerimonia di incorporazione delle Eremita carmelitane di Monteluro

La Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata, con decreto del 1° gennaio 2003 ha aggregato "pleno iure" all’Ordine Carmelitano un gruppo di Eremite che si trovano nella diocesi di Pesaro e professano la Regola di S. Alberto.

Il Priore Generale, Joseph Chalmers, ha ricevuto nelle sue mani la Professione Solenne della Priora il 30 marzo 2003. Altre due, già da anni viventi in questo eremo, emetteranno la Professione Solenne nelle mani della Priora. L’ultima entrata emetterà la sua Professione temporanea.

La Congregazione ha contestualmente approvato anche le loro Costituzioni.

Per avere un contatto con le Eremite scrivere a:

Eremite Carmelitane
Via Stroppato, 1
61010 MONTELURO DE TAVULLIA (Pesaro)
Telefono: 0721-476004


 

TORNARA AL INDICE DEL CITOC   |   TORNARA AL INDICE DEL QUESTO NUMERO DI CITOC


INDICE DEI SITI WEB DEI CARMELITANI
carmelites.info  |  carmelitas.info  |  carmelitani.info